Giardini Naxos: sindaco chiede istituzione "zona rossa". L'opposizione attacca: "Doveva essere chiesta già 10 giorni fa" -
Catania
18°

Giardini Naxos: sindaco chiede istituzione “zona rossa”. L’opposizione attacca: “Doveva essere chiesta già 10 giorni fa”

Giardini Naxos:  sindaco chiede istituzione “zona rossa”. L’opposizione attacca: “Doveva essere chiesta già 10 giorni fa”

Anche Giardini Naxos si appresta a diventare “zona rossa”. Il sindaco Giorgio Stracuzzi ne ha chiesto, ufficialmente, al presidente della Regione siciliana l’istituzione. Alla cittadinanza, Stracuzzi ha comunicato che «A seguito della nota dell’Asp di Messina, prot.50270 del 15 aprile 2021, si è superato l’indice cumulativo di contagi previsto. Di conseguenza si è proceduto a chiede al presidente della Regione siciliana l’istituzione della zona rossa, al fine di contenere e contrastare il diffondersi del virus».

Sulla vicenda prende posizione il gruppo politico “Giardini Naxos bene comune”, guidato da Agatino Salvatore Bosco. Il gruppo rende nota una risposta del Dipartimento di prevenzione dell’Asp di Messina a precisa richiesta inviata dal sindaco. La lettera è datata 6 aprile 2021 e vi si legge: «In relazione alla Sua richiesta di un parere relativo all’andamento della diffusione Sars-covid 19 nel comprensorio del Comune di Giardini Naxos e di istituzione di zona rossa, stante le indicazioni in atto vigenti, si propone di richiedere, al Presidente della Regione Siciliana, l’istituzione della zona rossa nel territorio di pertinenza. Si fa infatti presente che nell’ultima settimana, periodo compreso tra il 29 marzo e il 5 aprile, sono stati registrati 40 nuovi casi positivi al tampone molecolare e quindi si supera l’indice cumulativo di contagi previsto di 250 casi ogni 100mila abitanti che, per il numero di abitanti del comune, risulta essere di 23 casi settimanali».

Quindi, secondo questo documento, già dal 6 aprile Giardini Naxos avrebbe potuto chiedere l’istituzione della zona rossa. «Sono stati persi dieci giorni per formulare una nuova richiesta e i casi sono raddoppiati – dice Agatino Salvatore Bosco -. Il sindaco, massima autorità sanitaria, deve sempre dire la verità».

Potrebbero interessarti anche