Giarre, gestione strisce blu: rigettato il ricorso della Giarre parcheggi sulla Tosap -
Catania
12°

Giarre, gestione strisce blu: rigettato il ricorso della Giarre parcheggi sulla Tosap

Giarre, gestione strisce blu: rigettato il ricorso della Giarre parcheggi sulla Tosap

La Commissione tributaria provinciale  ha rigettato il ricorso presentato dalla società che gestisce gli stalli blu, in ordine al pagamento di 1milione 223 mila euro circa, di cui  939mila euro a titolo di Tosap, la tassa di occupazione del suolo pubblico, per l’anno 2018, oltre ad interessi per 5.598,00 euro e sanzioni per 279mila euro.

Il Comune di Giarre nei mesi scorsi aveva conferito l’incarico di costituirsi in giudizio all’avv. Alfredo Rudy Grasso, occupandosi con continuità dei ricorsi relativi alla Tosap proposti dalla società Giarre Parcheggi, contestando puntualmente e rigorosamente le varie censure mosse dalla società. La Giarre parcheggi, richiamando la convenzione del 29.8.2008 (la concessione), aveva rilevato, per mezzo dei propri legali, che in essa non sarebbe stato previsto che le aree di parcheggio fossero assoggettate a Tosap, da qui le ragioni dell’opposizione. Il legale dell’ente comunale Rudy Grasso ritiene oltremodo ardito “affermare che le aree non siano soggette a Tosap poichè questo non sarebbe previsto nella convenzione, rilevando quindi che, secondo il teorema della Giarre Parcheggi, la mancata previsione in un contratto di un obbligo previsto per legge, quale l’assoggettamento di determinate aree a Tosap, significherebbe la esenzione delle stesse dal pagamento.

Il procuratore, nella propria memoria, ha ritenuto tale argomentazione irricevibile e priva di ogni fondamento giuridico, logico, di buon senso e di ragionevolezza; eccependo che un contratto non può contenere previsioni contrarie a norme, in questo caso a norme tributarie, e rilevando che, anche se le parti avessero previsto qualcosa del genere, si dubita che potesse essere ritenuta una previsione legittima, e non contraria a norme o regolamenti, e quindi nulla. Ma – prosegue l’avv. Grasso – in questo caso, però, le parti non hanno previsto nulla; è quindi logico e coerente che le aree siano soggette ad imposizione Tosap”.

Potrebbero interessarti anche