Calatabiano: scoperto nido di Caretta Caretta nella spiaggia di Calatabiano -
Catania
19°

Calatabiano: scoperto nido di Caretta Caretta nella spiaggia di Calatabiano

Calatabiano: scoperto nido di Caretta Caretta nella spiaggia di Calatabiano

Due uova di “caretta caretta” sono state ritrovate sulla spiaggia di San Marco, nel tratto tra un lido ed il torrente Minissale. A fare la scoperta un operatore ecologico della Clean Up che, ieri mattina, durante il servizio di pulizia della spiaggia, ha notato profondi solchi sull’arenile provenienti dal mare.

Il Comune, dopo aver ricevuto la segnalazione, ha subito informato l’U.O.S. di Sanità Pubblica Veterinaria del Distretto di Giarre ed il Wwf che da anni si batte per la salvaguardia e la tutela di questa specie a rischio di estinzione nelle acque territoriali italiane.

L’area è stata prontamente transennata e sarà monitorata costantemente in attesa che le uova si schiudano (50-60 giorni dalla nidificazione).

Non è il primo episodio che accade sulla spiaggia di San Marco: già nel 2018, nella notte di San Lorenzo, a cavallo tra il 10 e l’11 agosto, una bagnante notò due tartarughine appena nate che si muovevano sotto alcune tovaglie da mare.

“Ieri mattina – dichiara Vita Raiti, presidente del Wwf Sicilia Nord Orientale – abbiamo effettuato un sopralluogo assieme al biologo, dott. Carlo Camera, autorizzato alla manipolazione delle uova, e abbiamo certificato la presenza di un nido, a circa 30 cm di profondità, dove l’esemplare può aver deposto fino ad un centinaio di uova. In quest’area, posizioneremo dei cartelli per i bagnanti con tutte le informazioni su questi esemplari e sui comportamenti da seguire per tutelare le uova. Solitamente le caretta caretta scelgono spiagge sabbiose sulle quali riescono a nidificare più facilmente, è abbastanza raro quindi che ciò avvenga su un tratto di litorale composto prevalentemente da ciottoli”.

“Non è la prima volta che le Caretta caretta scelgono la spiaggia di San Marco – commenta il sindaco, Giuseppe Intelisano – due anni fa, sempre il 10 agosto, abbiamo trovato 2 tartarughe appena nate. L’area verrà messa in sicurezza e recintata con una rete elettrosaldata per tutelare le uova in attesa della schiusa; inoltre, grazie alla collaborazione dei Rangers, garantiremo un monitoraggio costante. Chiedo a tutti i bagnanti ed ai cittadini il massimo rispetto e collaborazione per la tutela del nido affinché i piccoli possano nascere in totale sicurezza. Spero che questa bellissima notizia dia gioia e speranza per la rinascita dell’intera collettività”.

Potrebbero interessarti anche