Zafferana, sorvegliato speciale colloca sulla strada dei macigni per non farsi controllare dai Cc -
Catania
21°

Zafferana, sorvegliato speciale colloca sulla strada dei macigni per non farsi controllare dai Cc

Zafferana, sorvegliato speciale colloca sulla strada dei macigni per non farsi controllare dai Cc

Un pluripregiudicato sorvegliato speciale e con obbligo di soggiorno, Lucio Patanè, 47 anni, di Zafferana, ha posizionato al centro della carreggiata stradale, in prossimità della propria abitazione, due grossi massi di pietra lavica, impedendo, di fatto, l’accesso alle vetture di servizio dell’Arma.

L’incredibile episodio è stato scoperto da una pattuglia dei carabinieri che ha riscontrato visivamente le risultanze di una precedente attività investigativa che aveva accertato, attraverso alcuni appostamenti, che a collocare quei massi era stato il 47enne Lucio Patanè, noto ai Cc della Stazione di Zafferana, finito in manette in più occasioni.

L’altra sera i carabinieri si sono presentati nell’abitazione del sorvegliato speciale contestandogli la presenza di quei macigni che ostacolavano il transito e lui per tutta risposta, respingendo le accuse, ha inveito pesantemente contro i militari, scagliandosi contro di loro con inaudita violenza. Nella movimentata baruffa due militari hanno riportato lievi lesioni.

Lucio Patanè è stato formalmente arrestato con l’accusa di resistenza e lesioni a pubblico ufficiale. Espletate le formalità di rito il 47enne zafferanese è stato rimesso in libertà su disposizione dell’autorità giudiziaria.

Potrebbero interessarti anche