Giardini Naxos: il sindaco Lo Turco indaga su un presunto secondo caso di Coronavirus -
Catania
25°

Giardini Naxos: il sindaco Lo Turco indaga su un presunto secondo caso di Coronavirus

Giardini Naxos: il sindaco Lo Turco indaga su un presunto secondo caso di Coronavirus

Il primo cittadino ha informato la cittadinanza di essere venuto ufficiosamente a conoscenza di un nuovo contagio, che farebbe seguito a quello che la settimana scorsa è costato la vita ad un’anziana del luogo. Ma dall’Asp non è ancora giunta alcuna comunicazione ufficiale

Per la seconda volta il sindaco di Giardini Naxos, Nello Lo Turco, si è attivato per verificare la veridicità di un supposto caso di positività al Coronavirus che riguarderebbe un suo concittadino. Nella prima colonia greca di Sicilia sarebbe il secondo contagio dopo quello della settimana scorsa, rivelatosi mortale per un’anziana del luogo. Ed anche stavolta così come allora, il primo cittadino naxiota si è messo in allerta pur non avendo ancora ricevuto alcuna comunicazione ufficiale al riguardo da parte delle autorità sanitarie.

Nelle appena trascorse ore Lo Turco ha diramato un apposito comunicato per informare la cittadinanza di aver appreso la spiacevole notizia, comunque non ancora confermata dall’Asp.

«Ora più che mai – ha aggiunto il sindaco di Giardini Naxos – mi appello  a tutti i cittadini affinché rispettino pedissequamente le disposizioni vigenti, limitando al minimo indispensabile contatti e spostamenti ed utilizzando, qualora essi si dovessero rendere necessari, i dispositivi di protezione, come guanti e mascherine. Ed a proposito di questo nuovo presunto caso di Coronavirus riguardante un nostro concittadino, invito tutti ad evitare un’altra “gogna social-mediatica” come quella cui si è assistito per il caso precedente: bisogna aver rispetto per la privacy, soprattutto di chi potrebbe star vivendo una situazione di grande sofferenza».

Nello Lo Turco ha inoltre comunicato che gli uffici comunali si stanno attivando per garantire immediatamente ai cittadini in difficoltà gli aiuti finanziari disposti ieri dal Governo nazionale attraverso l’ordinanza della Protezione Civile.

Alcune volontarie della Protezione Civile Comunale di Giardini Naxos mentre imbustano le mascherine

Intanto il vicesindaco Carmelo Giardina ha fatto il punto sulla distribuzione alla popolazione locale delle prime duemila mascherine realizzate grazie al tessuto “TNT” donato alla comunità giardinese dall’azienda tessile “Stiltex” del vicino Comune di Calatabiano.

«Ringrazio la generosa impresa calatabianese – si legge in un nota diramata da Giardina -, il laboratorio “Mida” e tutte le donne che hanno realizzato le mascherine protettive ed i volontari del gruppo di Protezione Civile Comunale, i quali hanno provveduto alla sanificazione, al confezionamento ed alla distribuzione dei dispositivi di protezione. 1.300 mascherine, in particolare, sono state consegnate a domicilio alle categorie protette, alle piccole attività commerciali ed agli enti pubblici e privati. Le altre 700 sono state distribuite presso i due centri commerciali presenti nel nostro Comune ed i market rionali. Devo dire, a tal proposito, che i cittadini le hanno ritirate in maniera ordinata, senza determinare resse né assembramenti. Quanto prima, grazie all’approvvigionamento di nuova stoffa, saranno pronte altre mille mascherine che verranno consegnate col sistema porta a porta. Un doveroso ringraziamento va anche alle forze dell’ordine ed alla nostra Polizia Municipale, che sta curando le attività di controllo del territorio, e direi pure a tutti quei nostri concittadini che con il loro comportamento responsabile ed affrontando sacrifici stanno dando il loro contributo all’arresto della pandemia».

Rodolfo Amodeo

Potrebbero interessarti anche