Giardini Naxos: sopralluoghi dei cittadini al servizio idrico "colabrodo" -
Catania

Giardini Naxos: sopralluoghi dei cittadini al servizio idrico “colabrodo”

Giardini Naxos: sopralluoghi dei cittadini al servizio idrico “colabrodo”

Gli attivisti del Meetup “Giardini Naxos In Movimento” hanno programmato una serie di “visite” ai tanti punti critici dell’impianto, ormai da anni causa di frequenti disagi per la comunità locale. Il “tour” ha avuto inizio al discusso serbatoio “Adelardi”, che versa in condizioni fatiscenti

Acqua pubblica bene comune. E’ da questo assunto che scaturisce la recente iniziativa del Meetup “Giardini Naxos In Movimento” , incentrata su una serie di sopralluoghi ai pozzi ed alle cisterne del servizio idrico che serve la comunità giardinese.

Come spiegano gli attivisti Giuseppe Leotta e Guglielmo Trusso, «da anni ormai a Giardini Naxos si vivono situazioni di disagio relativamente alla fornitura di acqua nelle abitazioni e negli esercizi commerciali. Appare più che evidente come il servizio non sia efficiente e debba essere migliorato.

«Qualche mattina fa abbiamo quindi effettuato un sopralluogo presso il serbatoio “Adelardi”, in contrada Calcarone, accompagnati dai tecnici messici a disposizione dall’Amministrazione Comunale. Abbiamo trovato una situazione preoccupante: sicurezza e manutenzione sono ai minimi termini, il sito è facilmente accessibile e manca la videosorveglianza e le strutture sono fatiscenti e pericolose (v. foto accanto). Si è inoltre in presenza di un enorme dispendio di energia elettrica e, quindi, di denaro pubblico.

«E dire che a Calcarone, proprio sopra Adelardi, esiste un enorme serbatoio, mai entrato in funzione, che è molto più capiente e che potrebbe servire l’utenza con un sistema “per caduta”, consentendo un notevole risparmio economico per l’ente e molto meno disagi dovuti alla continua manutenzione che necessitano i motori presenti nel sito di Adelardi.

«In molti si stanno proponendo per amministrare il Comune di Giardini nell’imminente tornata elettorale locale: da cittadini vorremo che fossero questi i temi centrali della competizione. Purtroppo, però, dobbiamo tristemente constatare come in tanti si stiano preoccupando solo di trovare un compromesso sulle “poltrone” da spartirsi. Giardini Naxos merita molto di più».

Rodolfo Amodeo

 

FOTO PRINCIPALE: l’esterno del serbatoio “Adelardi” e nei riquadri (da sinistra) Giuseppe Leotta e Guglielmo Trusso

Potrebbero interessarti anche