Festa di San Sebastiano ad Acireale: oggi inaugurazione di un altare votivo -
Catania
18°

Festa di San Sebastiano ad Acireale: oggi inaugurazione di un altare votivo

Festa di San Sebastiano ad Acireale: oggi inaugurazione di un altare votivo

Grande fermento ad Acireale, che si prepara a riabbracciare l’amato guerriero, San Sebastiano. Mancano pochi giorni ormai a quella che è fra le più antiche feste di Acireale, come testimoniato da un documento recentemente ritrovato, ponendo in evidenza come la festa di San Sebastiano abbia alle sue spalle ben 500 anni di storia.

Questo significa come San Sebastiano sia nel cuore del popolo acese, nel cuore delle generazioni, nel dna di questa città e di questo popolo.” Parole professate dal decano della Basilica di San Sebastiano, don Vittorio Rocca al ritrovamento del documento.

In attesa della festa di lunedì 20, in ogni via e quartiere della città, sono state promosse delle iniziative dedicate al glorioso Martire. Tra mostre d’arte e fotografiche, concerti e conferenze, spiccano anche iniziative pensate dai comitati dei quartieri, pronti ad accogliere il passaggio di San Sebastiano.

Il Comitato viale Regina Margherita – Festeggiamenti San Sebastiano Acireale, oggi, mercoledì 15 gennaio alle 19.30 inaugura un altare votivo in onore a San Sebastiano, presso la villetta di Viale Regina Margherita, angolo via Mancini.

Una villetta che il comitato ha pensato di riqualificare con parte dei fondi raccolti lo scorso anno, come luogo dove potersi fermare e sedersi sulla panchina per pregare, distogliendo l’attenzione dal caos cittadino. Angoli questi che tendono ad esser meno presenti nelle città, ma necessari a mantenere vive le tradizioni popolari e di culto.

Una storia quella del Comitato Viale Regina Margherita che dura da oltre 50 anni, composta da membri di qualunque età spinti dall’amore per il Glorioso Martire, San Sebastiano, impegnandosi ogni anno ad accogliere il suo arrivo al viale Regina Margherita.

Al tempo stesso il comitato ha portato avanti progetti rivolti a bambini meno fortunati, come l’adozione a distanza lo scorso anno che intende rinnovare anche quest’anno.

 

Potrebbero interessarti anche