Aci Bonaccorsi, fermato il piromane seriale che aveva incendiato l’auto del sindaco -
Catania
11°

Aci Bonaccorsi, fermato il piromane seriale che aveva incendiato l’auto del sindaco

Aci Bonaccorsi, fermato il piromane seriale che aveva incendiato l’auto del sindaco

Per mesi ha tenuto in scacco il tranquillo paese etneo di Aci Bonaccorsi, seminando il terrore dando fuoco, tra agosto e novembre, ad un autocompattatore ecologico, l’auto dell’ex comandante della polizia municipale e poi, il 6 novembre scorso, alla vettura della moglie del sindaco Vito Di Mauro, una Honda CRV.

I carabinieri della Stazione di Viagrande in questi mesi, nel massimo riserbo, hanno ricostruito l’intera vicenda, riuscendo a dare un nome e un volto al presunto piromane seriale. Determinanti si sono rivelate le registrazioni video di alcuni impianti di video sorveglianza che hanno permesso ai carabinieri di identificarlo.

Si tratta di un 46enne del luogo, affetto da gravi problemi di schizofrenia. Sarebbe stato lui l’autore degli atti incendiari  susseguitesi in questi mesi che hanno allarmato il piccolo centro etneo, scrivendo anche alcune lettere minatorie nelle quali minacciava di colpire altre figure apicali dell’ente comunale.

Il sindaco nelle scorse settimane aveva chiesto assistenza al prefetto di Catania, manifestando la propria preoccupazione per quelli che erano stati definiti come pericolosi e sconsiderati attacchi preceduti da lettere di minacce in cui si annunciano ritorsioni.

Ieri, la svolta con l’arresto del presunto piromane, ex imprenditore agricolo che già nel recente passato era stato sottoposto a trattamenti sanitari obbligatori. L’uomo  è stato ristretto, su disposizione dell’autorità giudiziaria, presso una Comunità Terapeutica Assistita di Caltagirone, con l’accusa di danneggiamento a seguito di incendio

Potrebbero interessarti anche