"Non dire la verità" a Giardini Naxos: il nuovo giallo-thriller di Daniela Sabato -
Catania
20°

“Non dire la verità” a Giardini Naxos: il nuovo giallo-thriller di Daniela Sabato

“Non dire la verità” a Giardini Naxos: il nuovo giallo-thriller di Daniela Sabato

L’Archivio Storico della prima colonia greca di Sicilia ha ospitato la presentazione ufficiale della recente pubblicazione della concittadina scrittrice, ossia un avvincente romanzo ambientato in un immaginario, ma estremamente realistico, paesino rurale della nostra isola

“Non dire la verità” è la nuova creazione letteraria di Daniela Sabato, scrittrice di Giardini Naxos che nei giorni scorsi, presso l’Archivio Storico Comunale “Banca della Memoria” della prima colonia greca di Sicilia, ha ufficialmente presentato tale sua pubblicazione, edita per i tipi di “CTL Livorno”.

Trattasi di un giallo-thriller molto scorrevole ed avvincente, ambientato a Primulivo, paesino rurale siciliano dal nome fittizio. Nel corpo della narrazione ricorrono temi molto cari all’autrice, tra cui la critica agli effetti alienanti della tecnologia e dei social media e la complessità di sentimenti quali l’amore e l’amicizia. A fare da sfondo alla vicenda raccontata dalla Sabato un’ambientazione materiale ed umana della Sicilia che rimanda alla letteratura verista.

Oltre all’autrice, alla presentazione ufficiale di “Non dire la verità”, seguita da una nutrita platea, sono intervenuti in veste di moderatori-relatori il regista e videomaker Giovanni Bucolo e l’operatore culturale Giuseppe Leotta, mentre gli attori Sara Pulvirenti e Francesco Papa hanno letto alcune pagine del volume.

«E’ stata una splendida serata – ha dichiarato a chiusura dei lavori la scrittrice Daniela Sabato – durante la quale si è respirato un autentico clima di comunità. E di serate come questa Giardini Naxos ha tanto bisogno in quanto è fondamentale investire nella cultura in un paese dove si legge sempre meno, da anni privo di una libreria e che può d’altra parte vantare numerosi artisti ed intellettuali meritevoli di essere valorizzati. Desidero vivamente ringraziare la professoressa Cettina Costa per aver scritto una splendida prefazione a questo mio ultimo libro, Nino Vadalà per averci messo a nostro agio nell’Archivio Storico Comunale da lui curato, e le tante persone intervenute alla presentazione, tra cui gli eminenti artisti figurativi giardinesi Turi Azzolina e Pippo Foti».

Rodolfo Amodeo

 

FOTO: da sinistra Giuseppe Leotta, Daniela Sabato e Giovanni Bucolo ed un primo piano della scrittrice di Giardini Naxos

Potrebbero interessarti anche