Giardini Naxos: tolleranza zero per chi sfrutta i lavoratori con i "contratti pirata" -
Catania
20°

Giardini Naxos: tolleranza zero per chi sfrutta i lavoratori con i “contratti pirata”

Giardini Naxos: tolleranza zero per chi sfrutta i lavoratori con i “contratti pirata”

Il sindaco della cittadina turistica, Nello Lo Turco, ha “sposato” la battaglia del sindacato Cisl e della federazione di categoria Fisascat contro gli operatori economici che sottopagano i propri dipendenti. Da parte del Comune, dunque, niente più concessioni di suolo pubblico ed agevolazioni varie alle imprese “sanguisughe”

Stop alle concessioni di suolo pubblico e ad agevolazioni varie per quegli operatori economici che sfruttano i propri dipendenti con salari indecorosi: è l’impegno preso ufficialmente ieri mattina dal sindaco di Giardini Naxos, Nello Lo Turco, con il sindacato Cisl di Messina, rappresentato dal segretario generale Tonino Genovese, e con la federazione di categoria per il comparto turistico-ricettivo Fisascat-Cisl, rappresentata in ambito provinciale da Pancrazio Di Leo, Mario Ianniello e Giovanni Rigano.

Così, dopo Taormina, anche la prima colonia greca di Sicilia recepisce le proposte delle due organizzazioni finalizzate a favorire la corretta applicazione degli accordi e dei contratti di lavoro.

Come hanno spiegato Genovese e Di Leo, «legare le concessioni per le attività commerciali e turistiche all’applicazione dei contratti di lavoro regolari serve a tutelare i lavoratori, soprattutto quelli stagionali, che proprio in questo territorio sono parecchi.

«Anche a Giardini Naxos, Comune e sindacato hanno lavorato in sinergia per contrastare ed arginare il fenomeno dei cosiddetti “contratti pirata”, ossia quelli siglati da associazioni datoriali minoritarie e da organizzazioni sindacali poco rappresentative, in cui sono contenute condizioni economiche e normative peggiorative rispetto ai contratti di settore.

«L’effetto di questi contratti è una corsa al massimo ribasso sul costo del lavoro in termini di retribuzioni e di diritti dei lavoratori, nonché di salute e sicurezza degli stessi. Per non parlare della concorrenza sleale nei confronti di quelle imprese che rispettano le regole».

Adesso, dunque, la Giunta naxiota guidata dal sindaco Lo Turco dovrà deliberare i nuovi criteri con cui relazionarsi con gli operatori economici locali tenendo conto della corretta applicazione, da parte di questi ultimi, dei contratti di lavoro ufficiali.

Rodolfo Amodeo

 

FOTO: il sindaco Nello Lo Turco (seduto al centro) con i rappresentanti sindacali provinciali della Cisl e della Fisascat-Cisl

Potrebbero interessarti anche