Giarre, atti persecutori nei confronti della ex: imposto il divieto di avvicinamento -
Catania
31°

Giarre, atti persecutori nei confronti della ex: imposto il divieto di avvicinamento

Giarre, atti persecutori nei confronti della ex: imposto il divieto di avvicinamento

I Carabinieri del Nucleo Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Giarre hanno arrestato  nella flagranza un 42enne del posto, poiché ritenuto responsabile di atti persecutori e danneggiamento, commessi in danno della ex convivente di anni 46.

Non essendosi mai rassegnato alla fine della loro storia d’amore, avvenuta lo scorso gennaio, ha iniziato a perseguitare la donna mediante molestie, minacce, ingiurie e ripetuti pedinamenti.

L’altra sera si è recato presso l’abitazione dell’ex convivente in evidente stato di agitazione tentando di accedervi colpendo con calci e pugni il portone d’ingresso di cui infrangeva uno dei vetri, profferendo frasi minacciose << Apri!.. Apri!…ti spacco il portone>>.

Non riuscendovi ha danneggiato, mediante foratura di un pneumatico, l’autovettura di proprietà della vittima in sosta nelle immediate vicinanze asportandone anche le targhe.

L’intervento sul posto dell’equipaggio di una gazzella, allertata dalla centrale operativa alla quale la donna si era rivolta, ha consentito di bloccarle l’azione persecutoria.

L’arrestato, ammesso al giudizio per direttissima, è stato sottoposto, per decisione del giudice, alla  misura cautelare del divieto di avvicinamento all’abitazione, al posto di lavoro e agli altri luoghi abitualmente frequentati dalla persona offesa, con inibizione di qualunque forma di contatto con la stessa, sia telefonica, sia mediante internet.

 

 

Potrebbero interessarti anche