L'autostrada A18, le buche e l'unica corsia di marcia: botta e risposta tra l'on. De Luca (M5S) e l'assessore regionale Falcone -
Catania
31°

L’autostrada A18, le buche e l’unica corsia di marcia: botta e risposta tra l’on. De Luca (M5S) e l’assessore regionale Falcone

L’autostrada A18, le buche e l’unica corsia di marcia: botta e risposta tra l’on. De Luca (M5S) e l’assessore regionale Falcone

“Nuovi disagi e ulteriori pericoli per chi percorre la A18 Catania-Messina: la corsia di marcia da Fiumefreddo a Giardini Naxos chiusa dal 5 aprile a causa delle buche sull’asfalto. Se non fosse la tragica realtà penserei ad uno scherzo, ma purtroppo non è così. L’ormai tristemente noto Consorzio Autostrade Siciliane, anziché eseguire rapide ed efficienti riparazioni delle buche, in attesa di lavori adeguati, le rattoppa alla meno peggio e chiude la carreggiata proprio nei giorni da bollino nero, quando il traffico aumenta in occasione della settimana di Pasqua”.

Lo dichiara Antonio De Luca, deputato regionale del Movimento 5 Stelle, che non fatica a immaginare le conseguenze dell’assurdo provvedimento “l’ennesimo restringimento causerà ulteriori incolonnamenti – dice – e improvvisi rallentamenti che metteranno ancora una volta a rischio la sicurezza degli automobilisti, soprattutto nei prossimi giorni di festa. Non oso pensare a cosa accadrà il Lunedi di Pasqua, quando le nostre autostrade saranno assaltate da turisti diretti a Taormina e alle località balneari.

“Ricordo a Musumeci  – prosegue De Luca – che ci sono ben 541 inadempienze accertate dal ministero delle Infrastrutture. 541 interventi che dovrebbero essere eseguiti con urgenza e che i cittadini ancora attendono. Una vergogna tutta siciliana, alla quale non si è ancora trovato rimedio”.

“Certo – conclude ironicamente il deputato – procedendo a passo d’uomo i turisti potranno ammirare con la dovuta attenzione i ‘cantieri storici’ dell’autostrada che, grazie all’immobilismo del presidente Musumeci e dell’assessore Falcone, ormai stanno acquisendo valore storico, attirando studiosi da tutto il mondo. Musumeci aveva detto di voler puntare sul turismo stanziale, peccato che non abbia detto che voleva tenerlo fermo sull’autostrada”.

«Il Cas ha già avviato le procedure di gara per la scarificazione e il rifacimento dell’asfalto per otto chilometri lungo l’A18 Catania-Messina attraverso un accordo quadro da 750mila euro, a cui si aggiunti altri 150mila euro per un altro chilometro e mezzo. Tali lavori che saranno avviati entro giovedì».

L’assessore regionale alle Infrastrutture Marco Falcone replica così alla nota del deputato M5s Antonio De Luca sul restringimento di carreggiata lungo l’A18 Catania-Messina fra Fiumefreddo e Giardini Naxos: «Prendiamo atto delle sollecitazioni del collega De Luca, che interpreta il ruolo di deputato di opposizione, ma vogliamo precisare che il Cas aveva già tempestivamente avviato, oltre al predetto accordo quadro, un ulteriore intervento che riguarda appunto il tratto fra Fiumefreddo e Giardini il cui manto stradale era stato danneggiato dall’ultima bomba d’acqua e su cui si interverrà, come detto, nei prossimi giorni».

Potrebbero interessarti anche