Catania
10°

Mascali, Resto al Sud: agevolazioni rivolte agli imprenditori under 46

Mascali, Resto al  Sud: agevolazioni rivolte agli imprenditori under 46

Si chiama “Resto al Sud” l’incentivo che sostiene la nascita di nuove attività imprenditoriali nelle regioni del Mezzogiorno attraverso nuove agevolazioni rivolte agli under 46 delle regioni di Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia. Giovedì, in un incontro organizzato al Comune di Mascali dall’assessore alle Politiche sociali Carmelo Portogallo, a cui ha preso parte anche il sindaco Luigi Messina che ha rimarcato l’importanza dell’iniziativa in un territorio complesso come quello jonico etneo e il dott. Giorgio Garufi, si è cercato di capire meglio chi può accedere e come ottenere questo finanziamento statale che consiste in un contributo a fondo perduto pari al 35% dell’investimento complessivo e un finanziamento bancario pari al 65% dell’investimento complessivo, garantito dal Fondo di Garanzia per le PMI. A chiarire i molteplici aspetti dell’incentivo è stato il commercialista Cristoforo Grasso. “Il finanziamento – ha spiegato in modo semplice e chiaro Grasso- è gestito da Invitalia, un ente pubblico dello Stato, che finanzia tutti progetti di tutti i settori, escluso il commercio, comprese attività professionali fino all’età di 46 anni non compiuti.

Il contributo non è superiore ai 50 mila euro a persona, che può arrivare a 200 mila euro se si mettono assieme un massimo di 4 soggetti. Il soggetto che vuole chiedere il finanziamento deve procedere alla preparazione di un business plan e all’invio di una domanda ad Invitalia che entro due mesi contatta il richiedente che dovrà sostenere un colloquio via Skype o a Roma nella sede di Invitalia. Entro 10 giorni il soggetto richiedente conoscerà l’esito della richiesta di finanziamento. Le domande – sottolinea Grasso- vengono esaminate senza graduatorie in base all’ordine cronologico di arrivo.L’attività deve rimanere aperta per almeno 5 anni e i soggetti proponenti devono essere disoccupati al momento della presentazione della richiesta di finanziamento. Questa legge ha lo scopo di creare occupazione, trattenere i giovani sul nostro territorio. “Resto al Sud” è una misura statale nuova, ha appena un anno, ma già sono stati approvati più di 2300 progetti . La dotazione finanziaria complessiva è di 1.250 milioni di euro, mentre ad oggi ne sono stati spesi appena 150 milioni”.

Questo incontro – ha detto l’assessore Portogallo- si pone l’obiettivo di stimolare i giovani perché prendano atto delle opportunità, che ci dà lo Stato e la regione, di sviluppare la nostra economia grazie alla possibilità di avviare nuove attività. Questo incentivo rappresenta una grossa occasione di lavoro per i nostri giovani che hanno delle idee, che si vogliono scommettere e creare un futuro. Con questo e altri incontri, rivolti proprio ai giovani, cercheremo di dare le informazioni giuste e uno stimolo perché restino sul nostro territorio che offre grosse potenzialità e ci dà ottime opportunità di sviluppo”.

Potrebbero interessarti anche