San Giovanni La Punta: due giorni con "Sant'Agata Duci d'Amuri" -
Catania
20°

San Giovanni La Punta: due giorni con “Sant’Agata Duci d’Amuri”

San Giovanni La Punta: due giorni con “Sant’Agata Duci d’Amuri”

Pienamente riuscita la manifestazione dell’associazione nazionale “Ristoworld Italy” imperniata sull’esposizione, in un noto centro commerciale, dell’originale riproduzione a grandezza naturale del busto reliquiario della patrona di Catania realizzato, con materiali particolari, da un gruppo di cake designer siciliane coordinate da Agata Consoli

Si è rivelato un grande evento, ricco di presenze, l’esposizione gratuita al pubblico, presso il Parco Commerciale “Le Zagare” di San Giovanni La Punta, della riproduzione a grandezza naturale del busto reliquiario di Sant’Agata, patrona di Catania, realizzata dal gruppo di cake designer siciliane dell’associazione nazionale di cucina, pasticceria, ristorazione e turismo “Ristoworld Italy”.

La manifestazione, denominata “Sant’Agata Duci d’Amuri”, si è svolta nell’arco di due giornate in cui ha fatto da padrone di casa, in veste di conduttore, il giornalista Marcello Proietto Di Silvestro, segretario nazionale di “Ristoworld Italy” nonché direttore responsabile della rivista “Ristonews”.

Il busto reliquiario della santa patrona del capoluogo etneo esposto nei giorni scorsi a San Giovanni La Punta è un’opera unica nel suo genere in quanto riproduce fedelmente ed in scala reale (1:1) quello originale, gioielli compresi, attraverso le tecniche di modelling e flower, ma anche pittura e decorazione a freddo ed a caldo, applicate ad un particolare materiale chiamato “porcellana fredda”, ossia una pasta modellabile composta principalmente da colla vinilica ed amido di mais (Maizena). Il risultato finale è frutto di oltre cinquemila ore di lavoro, svoltesi sotto il coordinamento di Agata Consoli, ideatrice e responsabile del progetto.

Da sinistra il segretario ed il presidente nazionale di “Ristoworld”, Marcello Proietto Di Silvestro ed Andrea Finocchiaro, con alcuni partecipanti alle conferenze di San Giovanni La Punta

«E’ un’opera complessa e straordinaria, unica al mondo – ha commentato la Consoli a San Giovanni La Punta – che ci ha visto lavorare, sia coralmente che a distanza, in un clima di grande gioia e condivisione della devozione agatina. Ognuna di noi ha svolto il proprio compito, senza invidie né presunzioni, ma aiutandoci reciprocamente. Ringrazio quindi tutte le colleghe con le quali ho condiviso tale ambizioso progetto e quanti, a diverso titolo, ci hanno collaborato. Il nostro vuole essere un gesto di amore verso una santa che rimane modello ed esempio nei secoli».

«Ringraziamo Agata Consoli – hanno aggiunto Andrea Finocchiaro e Marcello Proietto Di Silvestro, rispettivamente presidente e segretario nazionale di Ristoworld – la quale è riuscita in una operazione non facile: quella cioè di tenere le fila di un gruppo straordinario di professioniste provenienti da tutte le province della Sicilia. A ciascuna di loro va il nostro grazie più sentito per il lavoro che hanno fatto, sicuri che con questo artistico atto di devozione ed amore filiale per Sant’Agata hanno scritto il loro nome nel libro della Storia. Siamo inoltre grati al Parco Commerciale “Le Zagare”  che ha tanto voluto questo evento, riconfermandosi, oltre che un punto di riferimento per lo shopping, anche un centro di aggregazione culturale e sociale».

L’esposizione al Parco “Le Zagare” è stata corredata da tutta una serie di eventi collaterali, tra cui una mostra di oggetti del culto agatino, una degustazione di cannoli ed olivette coordinata dallo chef Giuseppe Germanà e delle conferenze incentrate sulla devozione verso Agata e sull’opera che alla santa hanno dedicato le cake designer siciliane di “Ristoworld”.

Agata Consoli e Marcello Proietto Di Silvestro

Tra gli intervenuti alla due giorni il giovane presidente nazionale di “Ristoworld Italy” Andrea Finocchiaro, Antonio Bellia e Roberto Cona, rispettivamente sindaco e comandante della Polizia Municipale di San Giovanni La Punta, Don Paolo Politi, assistente spirituale provinciale “Fratres”, Claudio Baturi, già capovara e presidente dell’associazione “Sant’Agata in Cattedrale”, Francesco Marano, presidente del Comitato per la Festa di Sant’Agata, Mariella Aurite, presidente del Circolo Femminile di Sant’Agata, il conduttore televisivo Ruggero Sardo, la giornalista Sarah Donzuso, la responsabile de “Le Zagare” Milena Calì, il cantautore Nino Marchi, la campionessa di cake design a Birmingham Flavia Stroscio, la responsabile nazionale cake designer di “Ristoworld Italy” Rosy Carrubba, la studentessa liceale Miriam Ensabella, il responsabile promotion ed “anima” operativa dell’evento Natale Spolverino, il Prefetto “AIGS Sicilia” Anna Martano, la responsabile per la fruizione turistica della chiesa di S. Agata La Vetere Loredana Torrisi, il presidente del Consiglio Comunale di Nissoria (Enna) e guida turistica Rosario Patti, Manuela Santanocita e Stefania Bufardeci.

Presenti anche numerosi allievi delle scuole alberghiere, i Volontari della “Fratres” coordinati da Vito Mazzarino e tanti altri responsabili di “Ristoworld”, come Robert Emmi, Leonardo Massaro, Antonio Muratore e Claudio Leocata, il quale si è occupato del complesso trasferimento a “Le Zagare” del busto reliquiario, che è stabilmente custodito nella chiesa catanese di Sant’Agata La Vetere, da dove, proprio in occasione della due giorni a San Giovanni La Punta, è uscito per la prima volta.

Rodolfo Amodeo

 

FOTO PRINCIPALE: la riproduzione del busto reliquiario di Sant’Agata con accanto l’ideatrice Agata Consoli

Potrebbero interessarti anche