Catania
12°

Fiumefreddo, espiazione pena per maltrattamenti

Fiumefreddo, espiazione pena per maltrattamenti

I carabinieri della stazione di Fiumefreddo in ottemperanza ad un ordine di revoca decreto di sospensione ordine di esecuzione per la carcerazione e ripristino ordine medesimo, emesso dalla Procura di Catania, hanno arrestato Salvatore Crascì per maltrattamenti in famiglia, violazione degli obblighi di assistenza familiare e lesioni personali aggravate (reati commessi a Fiumefreddo nel 2003).

Al termine degli adempimenti l’uomo è stato tradotto nel carcere di piazza Lanza a Catania per l’espiazione della pena: 2 anni e 2 mesi di reclusione.

Potrebbero interessarti anche