Catania
13°

Francavilla di Sicilia: il bilancio di fine anno del sindaco Enzo Pulizzi

Francavilla di Sicilia: il bilancio di fine anno del sindaco Enzo Pulizzi

Il primo cittadino del Comune dell’Alcantara ha tenuto questa mattina una conferenza stampa al municipio di Piazza Annunziata per illustrare gli obiettivi più significativi raggiunti dalla sua gestione amministrativa nei dodici mesi che stanno per concludersi e preannunciare quelli in procinto di concretizzarsi a partire dalle prime settimane del 2019

«Il 2018 è iniziato per noi in maniera critica, ma siamo riusciti a superare ogni ostacolo, a raggiungere gli obiettivi del nostro programma elettorale ed a dotarci di nuove progettualità che ci torneranno utili a partire dall’immediato futuro». Questo, in estrema sintesi, il consuntivo di fine anno formulato stamattina dal sindaco di Francavilla di Sicilia, Enzo Pulizzi, nel corso di un’apposita conferenza stampa tenutasi presso il municipio di Piazza Annunziata.

«Nello scorso febbraio – ha esordito il primo cittadino francavillese, eletto un anno e mezzo fa alla guida del Comune dell’Alcantara – la Corte dei Conti rilevava ventuno punti di criticità nei Bilanci 2015 e 2016 e nel Consuntivo del 2017. Abbiamo quindi deciso di effettuare una ricognizione straordinaria dei crediti residui, da cui è emerso per il nostro ente un disavanzo pari ad oltre quattro milioni di euro, in quanto tanti di quei crediti sono diventati ormai inesigibili. Abbiamo comunque saputo cogliere l’opportunità che una normativa nazionale ha offerto ai Comuni per il risanamento dei rispettivi Bilanci attraverso il pagamento di circa 170mila euro l’anno per trent’anni, consentendoci così di riprendere fiato e cominciare a programmare con serenità la nostra attività amministrativa. Questi iniziali problemi contabili hanno purtroppo impedito l’ammissione a finanziamento di un progetto da cinque milioni di euro per la ristrutturazione del locale istituto scolastico comprensivo. Ma questo progetto oggi ce lo ritroviamo e, sicuramente, verrà finanziato da uno dei tanti bandi analoghi che annualmente vengono emanati».

E rimanendo in tema di interventi riguardanti gli edifici pubblici comunali, Pulizzi accenna anche alla riqualificazione energetica dei plessi scolastici delle scuole materne e medie, alla riapertura della tensostruttura “Vincenzo Leanza” ed alla discussa sistemazione e messa in sicurezza del tetto del palazzo municipale. «Trattasi – ha dichiarato al riguardo il sindaco – di uno di quei lavori in somma urgenza che la mia Amministrazione Comunale ha provveduto a regolarizzare. Checché se ne dica, non potevamo certo aspettare il promesso, ma mai concesso, finanziamento della Protezione Civile da 67mila euro in quanto, con quel tetto così precario ed a tratti inesistente, non si poteva certo mettere a repentaglio l’incolumità dei nostri dipendenti comunali e dei cittadini che si recano quotidianamente nei nostri uffici. Il ricorso alle procedure della somma urgenza è stato quindi inevitabile e del tutto legittimo».

Ma il municipio di Piazza Annunziata è stato in questi mesi anche oggetto di “spending review”, ossia di iniziative finalizzate a determinare un risparmio per le casse dell’ente attraverso, in particolare, la stipula di nuovi e più convenienti contratti di telefonia e per la gestione delle procedure informatiche dei vari uffici, «grazie ai quali – ha sottolineato Pulizzi – spenderemo circa 35mila euro l’anno in meno rispetto a prima».

Tra i “fiori all’occhiello” dell’anno che volge al termine, Enzo Pulizzi ha citato, in particolare, l’avvio del servizio di raccolta differenziata dei rifiuti e la cessione all’Enel dell’ormai ingestibile azienda elettrica comunale. «Contrariamente a quanto sostengono i nostri avversari politici – ha fatto osservare in merito il primo cittadino francavillese – non è affatto vero che ci siamo trovati di fronte a realizzazioni “passivamente” ereditate dalla precedente gestione amministrativa. Sia nell’un caso che nell’altro ci siamo infatti impegnati per portare a termine le due iniziative alle migliori condizioni possibili per il nostro ente. Oggi, dunque, ci ritroviamo con una percentuale di raccolta differenziata che oserei definire “straordinaria” in quanto è riuscita spesso a superare la soglia del 75%, grazie anche alla massiccia e capillare opera di informazione preventiva svolta dalla nostra Amministrazione nei confronti della cittadinanza, che ha ottimamente risposto a tale “novità”. Per quanto concerne inoltre la cessione dell’azienda elettrica comunale, la società “Enel Distribuzione” corrisponderà al nostro Comune 650mila euro, oltre ad investire un milione e mezzo di euro per modernizzare e mettere finalmente a norma l’intera rete elettrica cittadina». Il sindaco di Francavilla ha fatto a tal proposito sapere che la gestione effettiva del servizio da parte dell’acquirente Enel inizierà non appena quest’ultimo avrà ultimato tali interventi all’impianto (e quindi, presumibilmente, tra non meno di un anno).

In corso o già definite anche altre trattative per portare soldi nelle casse comunali. Tra queste, Enzo Pulizzi ha citato la sottoscrizione di un protocollo d’intesa con una ventina di altri Comuni del comprensorio per poter riscuotere i cosiddetti “canoni Bin”, spettanti alle municipalità attraversate da corsi d’acqua (nel caso di specie il fiume Alcantara) sfruttati da altri soggetti per produrre energia elettrica, l’attivazione delle procedure per il recupero della quota di energia elettrica gratuita non più erogata ormai da quindici anni dall’Enel e l’avvenuta sottoscrizione dell’accordo transattivo con le società dell’impianto eolico di contrada Sella Mandrazzi, impegnatesi a versare in favore del Comune di Francavilla 490mila euro per il pregresso e 75mila euro l’anno per i prossimi quindici anni.

Inevitabile un accenno alla spinosa questione del rinnovo delle concessioni cimiteriali scadute, che ha tenuto banco in quest’ultimo scorcio del 2018. «Vorrei tranquillizzare i miei concittadini – ha dichiarato al riguardo il sindaco Pulizzi – perché abbiamo semplicemente avviato una ricognizione di massima della situazione in atto esistente al cimitero monumentale di contrada Cappuccini. Quell’importo pari a mille e trecento euro per ogni rinnovo è, peraltro, frutto di un malinteso, perché è chiaro che il diritto alla conservazione di una sepoltura non può costare quanto l’acquisto di una sepoltura “ex novo”. Come più volte ribadito, inoltre,  ci atterremo scrupolosamente alle prescrizioni imposte dalla Soprintendenza ai Beni Culturali con riferimento alla parte monumentale del nostro luogo sacro. Reitero comunque l’invito a tutti quei cittadini con le concessioni in scadenza dei propri cari estinti di discutere delle rispettive situazioni negli uffici municipali competenti entro e non oltre il prossimo 31 gennaio, in maniera tale da consentirci di avere una visione quanto più esaustiva possibile della questione cimiteriale».

Il sindaco Pulizzi si è quindi soffermato sui vari eventi di natura artistica, culturale e turistica promossi in questi dodici mesi dalla sua Amministrazione Comunale. «Abbiamo – ha tenuto a sottolineare – conservato le consuete tradizioni, a partire dal glorioso Carnevale Francavillese e dal calendario delle manifestazioni estive, facendone altresì tornare in auge altre di cui si era persa la memoria, come le periodiche fiere della zootecnia, grazie alle quali, parafrasando quanto recentemente asserito dai nostri avversari politici, Francavilla sarebbe diventato “il Paese degli Animali”, che è un qualcosa di cui siamo orgogliosi visto che tutti dovremmo volere bene ai cosiddetti “amici a quattro zampe”… Scherzi a parte, si è trattato di iniziative che hanno consentito a tanti operatori economici di Francavilla e dintorni di poter usufruire di proficui momenti di scambio commerciale divenuti sempre più rari. E particolarmente azzeccato si è rivelato l’allestimento, ormai annuale, della kermesse “L’Oro dell’Alcantara”, incentrata sulla valorizzazione del prelibatissimo olio d’oliva prodotto nelle nostre campagne. Adesso stiamo cercando di prepararci al meglio, attraverso la costituzione di un apposito Comitato, al trecentesimo anniversario della famosa Battaglia di Francavilla, combattuta nel 1719 nel nostro territorio tra Austriaci e Spagnoli, cambiando le sorti dell’intera Sicilia. Contiamo, in particolare, di allestire una rievocazione storica in costume dell’evento e, soprattutto, un convegno di respiro internazionale, al quale ci hanno già assicurato la loro partecipazione autorevoli docenti universitari di tutta Italia ed anche di qualche ateneo estero».

Infine un accenno ad un particolare “regalo di Natale”: quello che l’Amministrazione Pulizzi ha destinato ai trentatré lavoratori precari del municipio di Piazza Annunziata, «che abbiamo provveduto a stabilizzare – ha sottolineato il primo cittadino francavillese – proprio qualche giorno fa, portando il loro contratto a tempo indeterminato, senza bisogno di dover ricorrere ad ulteriori proroghe».

Al bilancio di fine anno, il sindaco di Francavilla di Sicilia ha fatto seguire l’elenco delle opere e degli interventi che verranno posti essere già dai primi giorni del 2019, tra cui il rifacimento in tutte le strade del paese della segnaletica orizzontale e verticale (€ 25.000), l’adeguamento e la messa in sicurezza del parco giochi di Viale Europa (€ 16.000), la bonifica della pretura incompiuta di Via Don Nino Russotti (€ 7.000), il potenziamento della videosorveglianza in tutto il territorio comunale (€ 35.000), l’illuminazione dei ruderi del Castello Normanno (€ 5.000), la realizzazione di un campo di calcetto in Viale Europa nei pressi dell’incrocio con Via Regina Margherita (€ 25.000) e l’installazione in varie zone del paese di tabelle e postazioni multimediali interattive per turisti e visitatori (€ 8.000).

«Per tutti questi risultati raggiunti nell’anno che ci lasciamo alle spalle e per i tanti altri che ci attendono in quello che sta per iniziare – ha concluso il sindaco Pulizzi – desidero ringraziare di vero cuore gli assessori che mi affiancano in Giunta nonché i consiglieri comunali del gruppo di maggioranza “La Svolta”: tra i due tipi di figure istituzionali, di fatto, a Francavilla non esistono differenze, in quanto anche i nostri consiglieri, spesso e volentieri, si rimboccano le maniche ed aiutano in prima persona il sottoscritto e gli assessori ad affrontare la quotidiana attività amministrativa al servizio dei nostri concittadini, cui auguriamo un 2019 all’insegna della serenità e di quella qualità di vita che la nostra coalizione si sta impegnando ad assicurare a questa comunità».

Rodolfo Amodeo

 

FOTO: il sindaco Enzo Pulizzi attorniato dai suoi assessori e da alcuni consiglieri comunali di maggioranza durante la conferenza stampa di questa mattina

Potrebbero interessarti anche