Catania

Terremoto al Comune di Mascali, scoperto un ammanco di 100 mila euro. Alterati gli importi di un mandato erogato nei mesi scorsi

Terremoto al Comune di Mascali, scoperto un ammanco di 100 mila euro. Alterati gli importi di un mandato erogato nei mesi scorsi

C’è un ammanco di 100 mila euro al Comune di Mascali. E qualcuno ha alterato i numeri procurando un danno economico e morale all’amministrazione che, in questa triste vicenda,  è parte lesa.

Ma veniamo ai fatti. Lo scorso 27 aprile il collegio dei Revisori dei conti del Comune di Mascali ha ricevuto via pec una comunicazione con la quale il responsabile dl servizio finanziario del Comune, dott. Giorgio Garufi ha rilevato una anomalia verificatasi in ordine ad un preciso mandato di pagamento per l’anno 2016 che – si legge nella comunicazione – risulta essere stato alterato.

Il mandato originale – oggi non rinvenibile presso l’ente comunale ma desumibile dalla data distinta inviata al tesoriere – è stato emesso dall’ente in data 2-11-2016,  per un importo complessivo di quasi 155 mila euro, di cui 56 mila euro destinati ad un nominativo e poco più di 98 mila euro ad un altro destinatario – del quale Gazzettinonline al momento non rivela il nome – mentre il mandato alterato, rinvenibile alla data odierna presso l’ente, indica un importo complessivo di 56.220,16.

Di tale alterazione, operata da ignoti, il responsabile del servizio finanziario pro tempore ha informato, con apposita denuncia, il comando dei carabinieri della stazione di Mascali in data 29-11-2016.  In data 30 aprile 2018 il Collegio dei revisori – al fine di chiarire la vicenda – ha richiesto al tesoriere del Comune di Mascali una corposa documentazione contabile, comprensiva dei dettagli sui mandati erogati nonché  dell’atto di liquidazione.

Acquisiti gli atti contabili, l’organo di revisione contabile ha rilevato discordanze nonché gravi irregolarita’ avviando gli approfondimenti, al fine di ricostruire eventuali responsabilità e l’esatta quantificazione del danno erariale patito dall’ente.

Sulla grave vicenda, come dicevamo, sono in corso approfondimenti, anche ad opera di carabinieri della locale Stazione. Il riserbo ovviamente è assoluto ma si attendono a breve clamorosi risvolti.

Potrebbero interessarti anche