“Come back to Naxos 734”: quando storia e cultura si fanno emozione -
Catania
17°

“Come back to Naxos 734”: quando storia e cultura si fanno emozione

“Come back to Naxos 734”: quando storia e cultura si fanno emozione

Si è rivelata vincente l’innovativa formula di visita guidata, sperimentata per la prima volta domenica scorsa dal Movimento “Sicilia Anno Zero” presso il Parco Archeologico della cittadina turistica, dove per l’occasione sono giunti oltre quattrocento visitatori da tutta la regione. Attori, atleti ed autorevoli studiosi ed intellettuali hanno fatto rivivere, in maniera accattivante e dinamica, le gloriose origini della prima colonia greca della nostra isola

Pienamente riuscito, domenica scorsa a Giardini Naxos, l’esperimento-pilota di visita guidata ai siti culturali posto in essere dal Movimento “Sicilia Anno Zero” in collaborazione con il Parco ed il Museo Archeologico della prima colonia greca di Sicilia. La passeggiata archeologica “Come back to Naxos 734” ha, infatti, attirato oltre quattrocento visitatori sia del luogo e sia appositamente venuti da diversi altre località dell’isola, alcune delle quali (in particolare Segesta, Selinunte e Lentini) accomunate a Giardini dalle medesime origini elleniche.

I numerosi partecipanti hanno, così, avuto modo di sperimentare un sistema altamente innovativo di turismo culturale, in grado di far “parlare” i luoghi attraverso gli interventi di attori (nella fattispecie Gianni Crimi, Nello Allegra e Katia Di Blasi), atleti (il campione di boxe thailandese Angelo Granata, il quale ha magistralmente interpretato l’eroico pugile olimpionico naxiota Tysandros) e qualificati operatori culturali (la direttrice del Parco Archeologico di Naxos Maria Costanza Lentini, l’archeologa Mariagrazia Vanaria ed il professore Giuseppe Carmeni) che hanno fatto rivivere la storia delle origini di Naxos e dei suoi abitanti. Il tutto, come sottolinea il portavoce di “Sicilia Anno Zero” Giovanni Bucolo, a fronte di una spesa di appena… quaranta euro, ovvero la somma impiegata per la stampa delle locandine necessarie a pubblicizzare l’evento.

«Abbiamo dimostrato – dichiara Bucolo estremamente soddisfatto – che le buone idee costano poco e producono tanto guadagno su diversi fronti. Con l’iniziativa di domenica scorsa, infatti, oltre a promuovere il nostro patrimonio storico, naturale e paesaggistico, abbiamo anche automaticamente indotto tanti visitatori a rimanere a Giardini Naxos per pranzare nei suoi ristoranti e, nel pomeriggio, andare a fare shopping nei negozi della nostra cittadina. Ciò significa che da un patrimonio storico-culturale si può far derivare non solo gloria e prestigio, ma anche ricchezza economica. Noi di “Sicilia Anno Zero” siamo, dunque, grati al nostro responsabile delle relazioni con il pubblico Carmelo Anselmi, ai tanti volontari, agli attori, agli atleti ed alle prestigiose “guide” che ci hanno permesso di porre in essere quello che io, ispirandomi alle mie esperienze di videomaker, ho definito un “projecteaser”, ossia un evento realizzato in piccola scala al fine di testarne le possibilità di successo. Ed il successo c’è stato, e sotto tutti i punti di vista. A cominciare dall’essere riusciti a raccontare l’avvincente e drammatica storia di Naxos in maniera “viva e dinamica”, procurando emozioni alle tante centinaia di persone che hanno condiviso questa esaltante esperienza, sicuramente diversa rispetto alle “solite” ed a volte fredde visite guidate».

Non resta che augurarsi che il riuscitissimo esordio di “Come back to Naxos 734” possa avere un seguito con altri eventi di questo tipo, magari da istituzionalizzare e calendarizzare in maniera periodica e costante di concerto con i responsabili del locale Parco Archeologico e gli amministratori comunali.

Della memorabile giornata di domenica scorsa resta, intanto, una ricca documentazione videofotografica curata dalla regista Chiara Carmeni (che al riguardo realizzerà un video promozionale) e dal fotografo Giampiero Caminiti.

Rodolfo Amodeo      

 Come back to Naxos 734 01

Come back to Naxos 734 02

FOTO (di Giampiero Caminiti): alcuni momenti e protagonisti di “Come back to Naxos 734”; nella foto principale Giovanni Bucolo e l’atleta Angelo Granata nel ruolo di Tysandros

Potrebbero interessarti anche