A Francavilla il campione europeo di Karate -
Catania
18°

A Francavilla il campione europeo di Karate

A Francavilla il campione europeo di Karate

Antonino Spinelli ha trionfato nella prestigiosa competizione internazionale di Berlino classificandosi al primo posto. Bella storia di una passione sbocciata negli anni dell’infanzia nella cittadina dell’Alcantara, che il valoroso atleta, nonché kinesiologo, continua a portare nel cuore, dedicandole le sue vittorie e tramandando la sua “arte” ai giovani del luogo

Le arti marziali hanno sempre trovato terreno fertile a Francavilla di Sicilia, grazie a validissimi istruttori che, nella palestra comunale di Via Umberto o in strutture private, hanno avvicinato a tali discipline tanti giovani del luogo. Ed è proprio in questi giorni che si registra un esaltante successo per uno dei “samurai” della cittadina dell’Alcantara: il francavillese Antonino Spinelli, cintura nera 4° Dan di Karate Shotokan, si è classificato primo ai recenti Campionati Europei di Berlino, organizzati dalla “Budo Karate International”. Dopo tutta una serie di incontri ad eliminazione diretta tra i trenta atleti partecipanti alla prestigiosa competizione, il maestro Spinelli è approdato alla finalissima, dove ha battuto per 3 a 1 un avversario inglese.

Non è questa la prima volta che il valoroso karateka di Francavilla fa onore al suo amato paese: prima della consacrazione europea dei giorni scorsi, nel 2000 c’era stata quella nazionale con la vittoria ai Campionati Italiani; ed agli Europei aveva gareggiato anche lo scorso anno conquistando un comunque dignitosissimo terzo posto.

Antonino Spinelli è stato sin dalla più tenera età attratto dalle pratiche di combattimento ed autodifesa orientali, non solo dal punto di vista sportivo, ma anche per le basi spirituali e filosofiche su cui esse si fondano. E, non a caso, nella vita professionale ha scelto di dedicarsi alla kinesiologia, ossia quella particolare disciplina, derivante dalla medicina tradizionale cinese, che studia i movimenti degli arti e le conseguenti reazioni muscolari.

«Il karate – racconta il maestro Spinelli ripercorrendo le tappe della sua giovane e brillante carriera agonistica – mi ha affascinato sin da bambino, e praticandolo mi sono reso effettivamente conto che è uno sport in grado di migliorare la persona, non solo quanto a capacità di autocontrollo dei movimenti, ma anche sotto il profilo dell’interiorità in quanto c’insegna ad essere umili e ad aiutare i deboli.

«Mi sono seriamente accostato a tale disciplina all’età di sedici anni. Il mio primo maestro è stato il tutt’ora mio carissimo amico Mario Russotti. Quando, però, nel 1997 la palestra comunale di Francavilla ha cessato le attività per problemi politico-burocratici, mi sono trasferito in quella di Gaggi del maestro Angelo Tosto.

«Si arriva, così, al 2000, anno in cui ho conseguito la cintura nera ed ho anche vinto il Campionato Italiano di Karate. Negli anni immediatamente successivi ho acquisito ulteriori Dan (ossia avanzamenti di grado, ndr) fino, nel 2011, ad arrivare al quarto.

«Nel frattempo ho avuto l’onore di fare l’istruttore a Calatabiano con il maestro Luigi Casale e, dal 2004 al 2007, ho gestito una mia palestra a Francavilla. Dopodiché la mia professione di kinesiologo mi ha costretto a trasferirmi nel lontano Comune etneo di Scordia per andare a lavorare in un centro di riabilitazione.

«Ma nel 2012 ho fatto ritorno al mio amato paese, dove ho ripreso lattività di istruttore di karate in un immobile di Via San Francesco frequentato da tanti allievi, dei quali vado particolarmente fiero. Così come sono fiero di essere francavillese, al punto che la voglia di portare alto il nome della mia comunità nelle competizioni cui partecipo, è per me uno stimolo in più per fare sempre meglio».

Rodolfo Amodeo

 

FOTO: Antonino Spinelli in due diverse pose e, sullo sfondo, la targa di Campione Europeo di Karate da lui recentemente conquistata a Berlino

Potrebbero interessarti anche