Linguaglossa ha ricordato i diritti dell’infanzia -
Catania
19°

Linguaglossa ha ricordato i diritti dell’infanzia

Linguaglossa ha ricordato i diritti dell’infanzia

Linguaglossa, come tutti i Comuni d’Italia, ha celebrato la Giornata mondiale per i diritti dell’infanzia coinvolgendo gli alunni delle proprie scuole in con una serie di iniziative che si sono svolte nella mattina di ieri. Dopo il raduno davanti al liceo linguistico gli alunni delle scuole di Linguaglossa, Castiglione di Sicilia e Solicchiata e precisamente degli istituti “S. Calì” e “M. Amari” hanno dato vita ad un corteo che si è snodato lungo le vie del centro fino ad arrivare al cortile del Municipio, dove gli stessi alunni si sono esibiti con canti e danze ed hanno letto alcuni brani tratti dalla Convenzione per ricordare i diritti dell’infanzia.

A dare il benvenuto agli alunni ed agli studenti erano presenti il sindaco Rosa Maria Vecchio, il suo vice Aldo Guzzetta, l’assessore alla Pubblica istruzione Francesca Cacciola, il dirigente scolastico Nerina Marano e la delegata Unicef Rosaria Curcuruto.

Si è trattato, come sottolineato dal primo cittadino nel corso del suo intervento, di un evento che ha voluto  ricordare, in collaborazione con il Comitato provinciale Unicef, il 25° anno di vita della Convenzione Onu dei Diritti dell’Infanzia e dell’adolescenza,  adottata dall’Assemblea generale delle Nazioni unite nel 1989 e ratificata in 190 Paesi nel mondo.

“Nonostante – ha detto la Vecchio – vi sia un diffuso consenso sull’importanza dei diritti dei più piccoli, oggi sono moltissimi i bambini ed adolescenti in tanti Paesi del mondo che non godono degli stessi diritti, troppo spesso vittime di violenza, abusi, discriminazioni, emarginazione e di trascuratezza. Il senso di questa giornata, oltre a quello di celebrare i 25 anni di esistenza della Convenzione Onu, è quello di rinnovare il nostro impegno per garantire il diritto ai bambini di essere uguali nel  mondo  e di godere degli stessi diritti”.

Potrebbero interessarti anche