Parata di stelle per la "Giara d'Argento" edizione 40-2 -
Catania
17°

Parata di stelle per la “Giara d’Argento” edizione 40-2

Parata di stelle per la “Giara d’Argento” edizione 40-2

Giara 1La creatività, l’estro e l’abilità del grand’ufficiale Alfio Di Maria nell’intessere speciali rapporti interpersonali con le autorità civili e militari, hanno rappresentato anche quest’anno gli imprescindibili ingredienti alla base della ricetta vincente della “Giara d’Argento 2014”. Una scintillante parata di stelle distintesi ognuna nel proprio settore di competenza, ha impreziosito il “parterre” presente nella fascinosa location di “Villa Solaria”.  La serata, allietata dalle doti canore di Cosetta Gigli e dai brani veicolati da Mario Renzi attraverso il violino, ha riservato un prestigioso premio come la giara non solo ai predetti artisti ma anche ad autorità che, in virtù della loro spiccata professionalità, rappresentano le istituzioni. Tra i beneficiari dell’ambito riconoscimento è stato infatti possibile annoverare il prefetto Maria Guia Federico, rappresentata dal vice-prefetto Anna Maria Polimeni , la Guardia Costiera della Sicilia Orientale, comandata dal contrammiraglio Domenico De Michele, e Giovanni Salvi, in rappresentanza della Procura di Catania.
La manifestazione, condotta dalla giornalista Flaminia Belfiore e scandita dal tema del contrasto non solo alla criminalità organizzata ma anche agli scafisti che incentivano il fenomeno dell’immigrazione clandestina, ha fatto registrare la premiazione di due illustri esponenti del giornalismo: Nino Milazzo, ex vice-direttore del “Corriere della Sera”, e Isidoro Trovato, commentatore economico della testata giornalistica predetta. Il primo, è stato destinatario della Giara d’oro come premio alla carriera, mentre il secondo è stato insignito del prestigioso premio internazionale di giornalismo “Alfio Russo”. A tributare un particolare attestato di stima a Isidoro Trovato è stato il direttore del “Corriere della Sera” Ferruccio De Bortoli, il quale, attraverso una lettera, ha espresso tutto il suo orgoglio per il premiato ricordando che l’illustre concittadino di quest’ultimo, ovvero il macchiese Alfio Russo, negli anni 60′ coltivava il progetto civile di un’informazione libera. Tra le eccellenze premiate, meritano una particolare menzione anche i pulcini dell’A.S.D. Jonia Calcio Riposto, i quali, dopo aver ottenuto la “Gazzetta Cup 2014”, sono stati insigniti del prestigioso premio “Candido Cannavò”. Una sfarzosa sfilata in abito da sposa a cura della stilista Mariella Gennarino, premiata con la giara, ha arricchito un’edizione numero 40-2 (e dunque 38) che ha riservato anche il premio per l’imprenditoria “Salvatore Cundari”. Beneficiaria di tale riconoscimento è stata Nadia Calà. Al pizzaiolo Gesualdo Caltabiano invece il premio per l’artigianato. Tra i premiati anche il commendatore avv. Giovanni Magrì, il primario del centro grandi ustionati dell’ospedale Cannizzaro di Catania Giorgio Stracuzzi e Giuseppe Ettore, direttore del reparto di ostetricia dell’ospedale Garibaldi della medesima città e beneficiario del premio “Angelo Majorana”.
Grande l’entusiasmo in casa A.S.D. Jonia Riposto “ricevere la Gazzetta Cup da un grande campione come Totò Schillaci, ci ha procurato un’emozione indicibile – spiega il presidente Giuseppe Leotta –. Ottenere un premio di grande prestigio come il “Candido Cannavò” ci ha inorgogliti ulteriormente. Un ringraziamento va anche alla “Juventus Academy” alla quale siamo affiliati”.
Commosso Isidoro Trovato: “ricevere questo prestigioso premio nella mia città, non può non indurmi ad andare a ritroso nel tempo, ripercorrendo tutte le tappe della mia carriera. Spero però un giorno di poter finalmente essere testimone della rinascita di una Giarre che al momento annaspa”.

Potrebbero interessarti anche