Francavilla in Europa con il Circolo “Big Bang” -
Catania
32°

Francavilla in Europa con il Circolo “Big Bang”

Francavilla in Europa con il Circolo “Big Bang”

Nel Comune dell’Alcantara i renziani sono risultati i trionfatori assoluti della recente consultazione elettorale avendo tirato la volata, con i propri candidati di riferimento, al Partito Democratico, divenuto la principale forza politica locale. E nella sua nota di ringraziamento, il coordinatore Vaccaro sottolinea la “sconfitta” dell’Amministrazione Comunale, ufficialmente schieratasi con “Ncd-Udc”

Così come a livello nazionale, anche nelle realtà locali gli esiti della recente consultazione elettorale europea sono indicativi degli attuali orientamenti politici di un determinato territorio. Un’approfondita riflessione in tal senso è stata fatta qualche sera addietro a Francavilla di Sicilia dal locale Circolo “Big Bang”, riunitosi per analizzare il voto espresso dall’elettorato francavillese una settimana fa.

E stando ai risultati, proprio il Circolo Big Bang, guidato dal giovane coordinatore cittadino Giuseppe Vaccaro, ad appena un paio di mesi dalla sua costituzione è già assurto a principale soggetto politico del paese dell’Alcantara: i candidati che i renziani nostrani sponsorizzavano, ossia la giornalista Michela Giuffrida ed il sindaco di Agrigento Marzo Zambuto, a Francavilla sono stati, infatti, non solo i più votati della lista del Partito Democratico (avendo rispettivamente totalizzato 300 e 256 preferenze), ma anche i più votati in assoluto nel Comune. Sicuramente una bella soddisfazione anche e soprattutto per l’ex sindaco Salvatore Nuciforo, il quale ha in particolare caldeggiato l’elezione della Giuffrida, in quota al movimento “Articolo 4” dell’onorevole Lino Leanza.

«Il Circolo Big Bang di Francavilla di Sicilia – si legge in un comunicato diramato in proposito dal coordinatore Giuseppe Vaccaro – esprime piena soddisfazione per il risultato elettorale conseguito. Grazie al nostro impegno abbiamo contribuito a far sì che il Partito Democratico fosse in questo Comune il partito più votato con il 44,98% dei consensi, superando di gran lunga altre formazioni, come il “Nuovo Centro Destra – Udc”, tra l’altro sostenuto dagli attuali amministratori comunali francavillesi, ed il Movimento 5 Stelle. Crediamo, pertanto, che di fronte a tale risultato non si possa rimanere indifferenti, a cominciare da chi amministra il nostro Comune, il quale, non rappresentando più la maggioranza della popolazione, non sarebbe male che ne traesse le dovute conseguenze…

«In questi primi mesi di attività – prosegue la nota del coordinatore Vaccaro – il Circolo “Big Bang”, secondo lo spirito “renziano”, ha lavorato intensamente con lo scopo di avvicinare alla politica il più alto numero possibile di cittadini e di elettori delusi, avviando numerosi incontri nella propria sede su varie tematiche, a carattere sia locale che nazionale. A nome dell’intero coordinamento ringrazio dunque i soci, i simpatizzanti, gli amici e tutti i singoli elettori che hanno contribuito al raggiungimento di questo importante risultato. Il nostro obiettivo resta quello di continuare con impegno e facendo “squadra”, prendendo in carico le numerose istanze dei nostri concittadini e dando loro voce. Nei mesi che ci attendono organizzeremo altri incontri, dibattiti ed iniziative varie; il tutto nell’intento di dare risposte concrete ai francavillesi, anche avvalendoci del supporto dei nostri referenti politici provinciali, regionali e nazionali ed, ovviamente, dei neo eletti al Parlamento Europeo».

In linea generale, alla tornata elettorale europea di domenica scorsa nemmeno Francavilla è stata immune dal significativo fenomeno dell’astensionismo, avendo registrato un’affluenza alle urne di solo il 36,5% degli aventi diritto (ossia tredici punti percentuali in meno rispetto all’analoga precedente consultazione del 2009).

Per il resto, alle spalle del Pd, ma con notevole distacco da quest’ultimo (che ha totalizzato il 44,98% dei consensi e 614 voti di lista), si sono piazzati il M5S (18,6% e 254 voti di lista) e l’“accoppiata” Ncd-Udc (15,6% e 213 voti di lista) con la quale era schierato il sindaco Lino Monea (in particolare con i candidati Giovanni La Via e Nino Germanà, che nel Comune dell’Alcantara hanno rispettivamente riportato 153 e 140 voti di preferenza personali).

Rodolfo Amodeo   

 

FOTO: Giuseppe Vaccaro (al centro) ed i candidati Michela Giuffrida e Marco Zambuto

Potrebbero interessarti anche