Riposto, nuova geografia politica in Consiglio -
Catania
22°

Riposto, nuova geografia politica in Consiglio

Riposto, nuova geografia politica in Consiglio

Il Megafono transita con l’amministrazione Caragliano. Dura replica dei gruppi consiliari del PD e Futura Riposto. Ma il Pd ed il Megafono non dovrebbero “camminare” a braccetto?

emanuele paolaCambia la geografica politica in Consiglio comunale. Il sindaco di Riposto, Enzo Caragliano, in una nota diffusa alla stampa, esprime compiacimento per la posizione assunta ieri sera durante l’assise consiliare dal consigliere del Megafono, Paola Emanuele (nella foto) che come ha riferito in aula:
“Nell’ottica di poter fare meglio per la mia città non voglio subire i condizionamenti della politica, ma essere propositiva. Rinnovando il mio più fervido impegno proteso alla crescita di questo territorio, che mostra una rinnovata visibilità, intendo dare fiducia a questa amministrazione, mantenendomi sempre vigile e costruttiva al fine di rendere questa mia esperienza di amministratrice a totale servizio della mia comunità” e di valutare di volta in volta, in assoluta autonoma, tutti gli atti proposti dall’amministrazione al Consiglio.
“Una dichiarazione nitida quella del consigliere Emanuele – commenta in una nota il sindaco Caragliano – che ci riempie di soddisfazione da un lato perchè ci consente di dare un ulteriore impulso a questo amministrazione fattiva e che ha sempre contrastato la logica dei numeri, mettendo, invece, in primo piano gli interessi esclusivi della collettività, evitando ai cittadini di subire le conseguenze di un condizionamento meramente politico e numerico che certamente non consente lo sviluppo e il risanamento di cui Riposto ha bisogno.
In secondo luogo – osserva il sindaco Enzo Caragliano – il passaggio della Emanuele ha un valore politico aggiunto in quanto fa parte di un movimento politico che fa riferimento al presidente della Regione Crocetta che persegue, come questa amministrazione, la logica del fare, bypassando i condizionamenti dei partiti”.
Il sindaco Enzo Caragliano, interviene, poi, su un secondo fondamentale passaggio politico, ovvero la presa di posizione in aula del consigliere Rosario Cerra.
“Nella medesima seduta consiliare di ieri sera – afferma il sindaco Caragliano – abbiamo annotato, con assoluta soddisfazione, l’intervento del consigliere Rosario Cerra che ha inteso fugare ogni dubbio circa la sua posizione politica ribadendo con forza la propria indipendenza e, al tempo stesso, dichiarando la “sua disponibilità nei confronti del sindaco nel caso in cui si tratti di atti che puntano allo sviluppo e alla crescita di Riposto, prendendo le distanze da tutto quello che può determinare un rallentamento”.

A commento di tale passaggio in Consiglio Comunale è giunta una nota a firma dei gruppi consiliari del PD e di Futura Riposto che riportiamo per intero: «il consigliere Paola Emanuele, eletto nella lista del Megafono, una delle quattro collegate con il candidato sindaco Carmelo Spitaleri, ha dichiarato in Consiglio comunale di dare fiducia all’amministrazione Caragliano. La dichiarazione del predetto consigliere, frutto di un’intesa alla quale hanno partecipato esponenti del Megafono a vari livelli, prelude alla nomina nella giunta di centro-destra di un assessore appartenente a tale movimento. Il tutto senza alcuna discussione con le altre forze politiche di minoranza collegate con il candidato Spitaleri, che nelle elezioni regionali avevano sostenuto per la presidenza della Regione Siciliana Rosario Crocetta. Le predette forze di minoranza non si sono riconosciute, né si riconoscono nei programmi e nei modi di operare dell’amministrazione Caragliano. La squallida operazione, espressione del peggiore trasformismo, sarà portata a conoscenza degli organi provinciale e regionale del PD e del presidente della Regione perché esprimano le loro valutazioni e traggano le necessarie conseguenze. La politica non é il mercato delle vacche, né gli assessorati comunali posti di sottogoverno».

Potrebbero interessarti anche