Hockey a Giardini Naxos: la storia continua… -
Catania
26°

Hockey a Giardini Naxos: la storia continua…

Hockey a Giardini Naxos: la storia continua…

I giovani “Under 14” si sono fatti onore nel relativo campionato (girone “Sicilia-Calabria”) sino ad approdare all’avvincente finalissima contro gli avversari ragusani, che però hanno avuto la meglio

Proprio di recente scrivevamo che, a causa di difficoltà di ordine finanziario, la comunità di Giardini Naxos ha dovuto rinunciare, cinque anni fa, alla sua gloriosa tradizione hockeistica non potendosi permettere di pagare l’iscrizione della propria squadra al prestigioso campionato di Serie A2 cui era meritatamente approdata.

Adesso, però, questa esaltante “eredità” agonistica comincia ad essere raccolta dalle giovanissime generazioni, che si spera possano riportare agli antichi fasti l’Hockey naxiota. E le premesse sono oltremodo incoraggianti. Nel campionato “Under 14” (girone “Area 5 – Sicilia-Calabria”), infatti, la squadra dell’“Hockey Club Giardini Naxos” ha disputato qualche giorno fa, nel campo neutro dell’impianto “Dusmet” di Catania, la finalissima contro l’“Hockey Club Ragusa”, che ha avuto la meglio, col punteggio di 5 a 4, nell’avvincente match.

A segnare per la compagine giardinese sono stati, in particolare, Davide Mazzeo, Francesco Amoroso, Fabiano Tagolli ed Andrea Caruso.

Nonostante la delusione per la sconfitta, nella giovane formazione naxiota, guidata dal presidente Salvatore Bifera ed allenata dal mister Massimo Brunetto (ambedue figure “storiche” del locale panorama hockeistico), c’è parecchia soddisfazione per l’essere comunque riusciti ad approdare all’ambita finalissima del campionato “Under 14” avendo ben saputo tenere testa ad agguerritissime formazioni siciliane e calabresi.

Per l’emozionante sfida contro la squadra iblea (la quale si è aggiudicata l’accesso alle finali nazionali di maggio), oltre ai prima citati “goleador” Mazzeo, Amoroso, Tagolli e Caruso, l’“Hockey Club Giardini Naxos” ha schierato in campo anche Alessandro Di Stefano, Emanuele Barbera, Oreste Brunetto, Giuseppe Caggegi, Alessandro Leone e Denny Ranno (tutti nella foto col presidente Bifera).

Rodolfo Amodeo

Potrebbero interessarti anche