Il meglio di Gilbert Paraschiva -
Catania
25°

Il meglio di Gilbert Paraschiva

Il meglio di Gilbert Paraschiva

Il poliedrico cantante e showman italo-egiziano, ormai da anni residente a Giardini Naxos, ha realizzato un nuovo cd contenente i brani più importanti della sua carriera, adeguatamente remixati e digitalizzati in una sala d’incisione lombarda. Il ricavato delle relative vendite verrà devoluto ai bambini eritrei

Tra i suoi cittadini illustri, Giardini Naxos annovera, ormai da diversi anni, Gilbert Paraschiva, poliedrico showman, cantante, poeta e scrittore di cui spesso noi giornalisti ci siamo occupati per recensire i frutti della sua inesauribile creatività, tra cui le interessanti pubblicazioni (“Cantanti in Paradiso”, “Ma ‘ndo vai se la banana non ce l’hai”, ecc.) prevalentemente incentrate su ricordi ed aneddoti relativi ai celeberrimi personaggi dello spettacolo da lui personalmente frequentati nell’arco della sua vita.

Nato ottantatré anni fa ad Alessandria d’Egitto da madre italiana e padre greco, dopo aver calcato i palcoscenici di tutto il mondo (anche come batterista della band di Renato Carosone) il maestro Paraschiva ha deciso di fissare dimora nella prima colonia greca di Sicilia, attirato dal suo mare e dalla sua posizione baricentrica rispetto a Taormina ed all’Etna.

E grazie al potente veicolo di Internet, questo eclettico uomo di spettacolo, malgrado l’età e la lontananza dai palcoscenici che “contano”, riesce a stare sempre sulla breccia: qualche anno fa, infatti, pur non essendo famosissimo per come meriterebbe, è risultato l’artista italiano più “cliccato” del Web, dove tra canali You Tube, siti personali e profili Facebook, Gilbert Paraschiva ha piazzato tutto il suo immenso archivio di incisioni discografiche, videoclip ed ospitate in popolari programmi televisivi (“La Vita in Diretta”, “Mattina 2”, “Festa Italiana”, ecc.).

Ma nonostante il gradimento che gli viene tributato sui nuovi mezzi di “facile” comunicazione, l’artista italo-egiziano, da cantante e musicista “di razza” quale è, non abbandona mai la “cara vecchia” sala d’incisione, dove fa periodicamente ritorno per registrare nuovi brani o realizzare delle “compilation” dei suoi successi passati, come nel caso di “Il meglio di Gilbert”, una sorta di “the best of” in distribuzione da qualche settimana.

Il cd in questione contiene quattordici canzoni di cui Paraschiva è anche autore (da solo o insieme ad altri compositori, tra cui Franco Cirino, eccellente pianista, compositore ed arrangiatore di Giardini Naxos) nonché un testo recitato, affidato all’interpretazione dell’attore Corrado Bega, dedicato all’inseparabile cagnetta Bijou. Si tratta, in realtà, dei brani originali incisi da Gilbert durante la sua lunga carriera (“Amore impossibile”, “Una rosa”, “Fiducia”, “L’uomo della notte”, “Mon étoile”, “Aspetterò”, “‘O vero ammore”, ecc.), ma “rimessi a nuovo” grazie ad un sapiente lavoro di rimasterizzazione effettuato presso lo “Stardust Studio” di Paderno Dugnano (Milano).

E’, dunque, piacevole riascoltare, con tutta la “brillantezza” del suono digitale, il meglio di quanto prodotto, nell’arco di oltre mezzo secolo, da questo raffinato autore e cantante, prevalentemente confidenziale ed intimista, ma anche in grado di comporre ed interpretare motivi briosi ed ironici, come “Pronto Sisì”, “80 voglia di cantare” ed altri ancora di ispirazione tipicamente partenopea (“Napule è ‘na tarantella” e “Naples sur la Seine”).

E così come per altre sue precedenti fatiche discografiche ed editoriali, anche per quest’ultima Gilbert Paraschiva ha generosamente deciso di destinare i relativi proventi ai bambini poveri dell’Eritrea. In ogni caso, le copie del cd “Il meglio di Gilbert” non presentano un prezzo fisso in quanto si possono acquistare versando un’offerta libera secondo le modalità che, a tutti gli interessati, verranno rese note telefonando allo 0942-577140 oppure al 392-8689755.

Rodolfo Amodeo

 

FOTO: Paraschiva quando, nel 2009, è stato ospite, insieme alla sua cagnetta Bijou, del popolare programma televisivo di Raiuno “Festa Italiana” ed, accanto, il suo nuovo cd “Il meglio di Gilbert”

Potrebbero interessarti anche