Francavilla: è ancora e sempre… black-out -
Catania
15°

Francavilla: è ancora e sempre… black-out

Francavilla: è ancora e sempre… black-out

L’Amministrazione Comunale ha preannunciato l’ennesima interruzione dell’energia elettrica, per interventi di “manutenzione programmata”, durante le ore pomeridiane di giovedì 10 aprile

Almeno una volta al mese si ripresentano puntualmente a Francavilla di Sicilia le interruzioni “programmate” dell’energia elettrica. La prossima è stata annunciata dall’Amministrazione Comunale per dopodomani, giovedì 10 aprile, dalle ore 15,15 alle ore 17,00.

Le zone del paese che stavolta subiranno il disagio sono la parte alta di Via Vittorio Emanuele (da Piazza Annunziata sino agli imbocchi di Via Piave e Via Mazzini), Via Roma (area Case Popolari), Via Gramsci e Via San Cristoforo.

Com’è ormai noto, tali “black-out” si rendono necessari per poter consentire gli interventi di manutenzione delle linee elettriche, delle quali il Comune dell’Alcantara è proprietario e gestore (uno dei pochi in Italia, così come il vicino Comune di Castiglione di Sicilia).

L’interruzione di dopodomani, comunque, si preannuncia meno “traumatica” rispetto a tante di quelle che hanno avuto luogo in questi anni (a cadenza – ripetiamo – almeno mensile): essa riguarderà, infatti, solo alcuni quartieri del paese ed è stata programmata per un arco limitato di tempo (meno di due ore) in una fase della giornata in cui la maggior parte delle attività economiche sono in pausa pomeridiana.

La precedente Amministrazione Comunale, guidata dall’ex sindaco Salvatore Nuciforo, aveva messo mano al “restyling” della vetusta e fatiscente rete elettrica cittadina, provvedendo ad ammodernare e mettere in sicurezza diverse cabine di distribuzione; ed in effetti, mentre prima i black-out erano in agguato ad ogni minima pioggerellina, adesso tale disservizio non si verifica quasi più. Tuttavia, non si è ancora giunti ad una completa funzionalità dell’impianto, visto che spesso e volentieri occorre controllarlo ed intervenire su alcuni suoi “punti deboli”, costringendo i cittadini a dover fare a meno per giornate intere dell’ormai irrinunciabile fonte energetica.

Tali inconvenienti potrebbero sicuramente aver fine con la cessione all’Enel dell’azienda elettrica comunale, per la quale l’attuale Amministrazione, guidata dal sindaco Lino Monea, ha già avviato una trattativa con i dirigenti della Società nazionale. Sotto il profilo economico, l’operazione non frutterà granché alle casse comunali, visto che una struttura non certo all’avanguardia dal punto di vista tecnologico può solo essere “svenduta”. Ma, in ogni caso, l’apparato politico-burocratico dell’ente di Piazza Annunziata si solleverebbe una volta per tutte dalle gravose responsabilità derivanti dalla gestione del complesso settore; il nuovo gestore, inoltre, avrebbe tutto l’interesse e le potenzialità affinché gli utenti francavillesi possano fruire di un servizio assolutamente efficiente ventiquattr’ore su ventiquattro ed ogni giorno dell’anno.

Rodolfo Amodeo

 

FOTO: la vecchia cabina elettrica di contrada Cappuccini ed una di nuova generazione realizzata dall’Amministrazione Nuciforo

Potrebbero interessarti anche