Carcere Giarre, al via progetto: Educare navigando -
Catania
13°

Carcere Giarre, al via progetto: Educare navigando

Carcere Giarre, al via progetto: Educare navigando

Otto detenuti della Casa circondariale “I.C.att.” di Giarre, prenderanno parte ad un progetto riabilitativo di vela dal titolo “Educare Navigando – Vela, scuola di vita”, avviato tramite il Dap del Ministero della Giustizia Dipartimento amministrazione penitenziaria grazie ai volontari dell’associazione “Il Vento di Grecale” in collaborazione con la sezione di Riposto della “Lega Navale Italiana” sezione di Riposto. Il progetto é stata presentato oggi nella struttura dal direttore Aldo Tiralongo.
“L’iniziativa – ha detto – si inserisce in un progetto che utilizza la vela per scopi sociali e tende al reintegro nella società di soggetti deboli attraverso l’esperienza lavorativa ed al tempo stesso vuole restituire dignità e capacità a persone in condizioni di svantaggio. Si tratta di una nuova opportunità tratta mentale che si aggiunge a quelle già avviate”.
“I ragazzi – ha detto dal canto suo il presidente dell’associazione Il vento di Grecale Giuseppe Sorbello – seguiranno un percorso formativo della durata iniziale di 12 mesi durante i quali prenderanno confidenza con l’arte marinaresca e la vela in particolare, oltre che con i mestieri del settore nautico”.
“Il progetto – ha aggiunto – prevede anche una sessione dedicata ai classici della vela, letti, commentati e drammatizzati dagli stessi lettori, laboratori di scrittura e di lettura creativa, ed attività lavorative intese come percorso di crescita, di autostima, di autoaffermazione sociale”. Una seconda fase prevederà oltre alle uscite in mare, la visita ai cantieri navali e ad un porto turistico dove prendere coscienza degli eventuali risvolti lavorativi. Prevista anche una terza fase che consiste nel restauro di una deriva, e tempi e modi permettendo, al restauro di una barca a vela d’epoca.

Potrebbero interessarti anche