Tanti nodi, nessuna scusa! -
Catania
31°

Tanti nodi, nessuna scusa!

Tanti nodi, nessuna scusa!

Giardini Naxos: tra Giunta e consiglieri comunali, duro (ma non troppo) “faccia a faccia” su temi caldi

 

Si scaldano gli animi politici nel Comune di Giardini Naxos, forse in vista delle elezioni comunali del 2015. Ed è  stata convocata dal presidente del Civico consesso, Mario Amoroso, per i primi di febbraio, la seconda conferenza dei capigruppo consiliari, per discutere dei problemi che da anni affliggono il Comune ma che non sembrano avere risoluzione. I nodi da sciogliere sono tanti: l’affidamento della gestione dei parcheggi, la rimodulazione dell’occupazione del suolo pubblico da parte degli esercizi commerciali nel periodo estivo, la spinosa questione del Palanaxos e, non ultimo, il Parco Archeologico di Naxos.

I progetti in discussione sono tanti e vertono, quasi tutti, verso l’unanime decisione dell’appalto esterno dei servizi, in primis i parcheggi che soffrono di una mancanza di organizzazione senza pari e il Palanaxos, struttura di primo piano nel territorio, in grado di ospitare eventi di ampio respiro e pubblico, che non gode di un organizzazione e manutenzione in grado di mantenerlo attivo.

Altro nodo cruciale, che ha scatenato una vera e propria rivolta dei cittadini l’estate scorsa, è l’occupazione selvaggia del suolo pubblico da parte degli esercizi commerciali, ombrelloni e tende di vario genere e colore “invadono” i marciapiedi del lungomare ogni estate, senza nessuna sanzione da parte della Polizia municipale, questo perchè non esiste un regolamento.

Infine, il potenziamento del Parco Archeologico di Naxos, un mantra che, in ogni occasione, viene recitato. Questa volta, però, il Comune ha deciso di rispettare una convenzione esistente che prevede l’investimento di una parte dei proventi degli introiti della bigliettazione del sito archeologico che, per legge, spettano al Comune, per la fornitura di servizi e miglioramenti del sito. In particolare, i soldi a disposizione per quest’anno saranno impegnati per la realizzazione della segnaletica indicativa della zona archeologica e la stampa dei pieghevoli per la descrizione del sito. Sembra poco ma almeno è un inizio, considerando che la segnaletica del Parco non viene rifatta da almeno vent’anni.

Questi i nodi cruciali, a detta dei consiglieri comunali, discussi animatamente durante l’ultima assemblea. Nel frattempo, il Comune di Giardini Naxos vara la procedura di rientro pluriennale a causa di quasi 6 milioni di euro di debiti fuori bilancio, ma di questo, ancora, non si parla.

Alexandra Ieni

Potrebbero interessarti anche