Linguaglossa: opportunità nelle difficoltà -
Catania
27°

Linguaglossa: opportunità nelle difficoltà

Linguaglossa: opportunità nelle difficoltà

52mila euro stanziati dalla Regione Siciliana per finanziare due cantieri di servizio destinati a disoccupati ed inoccupati

 

Il Comune di Linguaglossa, avendo ricevuto dalla Regione la comunicazione relativa allo stanziamento di circa 52mila euro per l’attivazione di due cantieri di servizi, sta stilando, con verifica delle domande ed accertamento dei requisiti richiesti, le relative graduatorie per il reclutamento dei lavoratori che hanno presentato istanza, ovvero disoccupati o inoccupati dai 18 ai 65 anni non compiuti, immigrati e portatori di handicap.

I cantieri di servizio sono finanziati dall’assessorato regionale della Famiglia, delle Politiche sociali e del Lavoro, per un totale di 50 milioni di euro, ed interesseranno 24.000 nuclei familiari, dando lavoro a 20.000 disoccupati e inoccupati isolani, con una retribuzione minima di 442,30 euro pro-capite, più integrazioni per ogni familiare a carico. I cantieri di servizio hanno per oggetto programmi di lavoro della durata di tre mesi, per l’integrazione o l’ampliamento dei servizi comunali, sia con riferimento agli ordinari compiti di istituto che per far fronte a situazioni straordinarie. Il programma di lavoro prevede un impegno orario pro-capite di 80 ore mensili ed il compenso sarà assegnato in base alle effettive ore di presenza.

Nella ripartizione delle somme da destinare ai cantieri di servizio la direttiva assessoriale del 26/07/2013 ha previsto per il Comune di Linguaglossa un finanziamento pari a 52.826,05 euro, in base all’indice di popolazione attiva, pari a 3.586 abitanti, che potrà coprire al massimo due aree di intervento, che spaziano dalla manutenzione e decoro urbano, al verde pubblico, ai servizi sociali e servizi di Pubblica istruzione. Si attendono notizie ufficiali dalla Regione anche in ordine alla tipologia dei cantieri finanziati.

Esprime grande soddisfazione il Primo cittadino linguaglossese, Rosa Maria Vecchio: “Si tratta di cantieri di servizio finalizzati ad integrare o ampliare i servizi comunali, allo scopo di mitigare le condizioni di povertà ed emarginazione sociale scaturenti dalla carenza di opportunità occupazionali. Questi cantieri daranno una boccata d’ ossigeno, anche se per un periodo di tempo limitato, a tante famiglie della nostra comunità, a reddito basso, insufficiente a garantire condizioni dignitose di vita, o addirittura a reddito zero. Serviranno anche al Comune per poter espletare alcuni interventi, per migliorare le condizioni di vivibilità del nostro territorio e creare nuove opportunità di lavoro”.

Potrebbero interessarti anche