La capolista accelera -
Catania
27°

La capolista accelera

La capolista accelera

Giarre, vittoria esterna contro il fanalino di coda Real Avola

In Promozione, il testa-coda che impegna il Giarre nella sfida contro l’ultima della classe, ovvero il Real Avola, si conclude con una vittoria per i gialloblu che vale l’allungo sulla diretta inseguitrice. Lo 0-1 inflitto ai rossoblu, a fronte del pari del Comprensorio Normanno contro lo Sporting Priolo, consolida, infatti, il primato del Giarre il cui margine di vantaggio sulla seconda è adesso di tre lunghezze.

Malgrado un approccio a ritmi blandi, la formazione di Romeo, organizzata con un 4-4-2 che in fase offensiva si tramuta in un 4-2-4, costruisce comunque sin da subito delle occasioni tali da poter propiziare il vantaggio. Nelle prime fasi della gara, una spizzata di Lu Vito su un lancio ben calibrato da Leotta, rischia di beffare il portiere in uscita ma il difensore di turno salva sulla linea. Sugli sviluppi di una palla inattiva è, invece, Nirelli a sfiorare la marcatura, ma la sua deviazione di testa è neutralizzata dall’estremo difensore locale. Il Giarre, schierato in campo con Leotta e Nirelli nella posizione di esterni alti e con il duo Patti-Galiano nel cuore del centrocampo, estrinseca un impianto di gioco che fatica a decollare. Diversamente, i padroni di casa provano a punzecchiare il Giarre con sortite che si sostanziano in ripartenze però, puntualmente, vanificate dalla solidità della retroguardia gialloblu.

Nella ripresa, l’ingresso di Sottile, collocato lungo la corsia di sinistra, conferisce maggiore verve all’undici Jonico in fase di propulsione offensiva, così come l’impiego di La Spina nel cuore della linea mediana assicura maggiore freschezza atletica al reparto. Pietro Grasso rappresenta, invece, quel tassello in virtù del quale il fronte offensivo guadagna efficacia nell’uno contro uno. Sull’asse Patti-Aleo matura, poi, la rete che premia gli ospiti. Patti spizzica di testa la sfera prolungandola per Aleo, il quale irrompe in area di rigore e con un soviet terra-aria trafigge il portiere sul primo palo. Un palo timbrato al termine di un’azione sviluppatasi sul fianco sinistro gialloblu ed un’uscita a valanga di Nicotra, a seguito di uno svarione difensivo, rappresentano i veri pericoli riservati dal Real Avola al Giarre. Il palo colto da Sottile, dopo l’inarrestabile sgroppata di Aleo lungo l’out di sinistra, culminata in un tiro murato dal portiere locale, assurge invece ad esempio di azione che avrebbe potuto chiudere anzitempo i conti.

Il triplice fischio, maturato dopo il disperato assalto alla porta gialloblu imbastito dai padroni di casa, sancisce un successo che premia un Giarre capace di vincere anche soffrendo. Il fragoroso applauso tributato dagli ultras Giarresi collocati nel settore ospiti, incornicia una vittoria che conferisce slancio agli ambiziosi propositi della squadra di Romeo.

Umberto Trovato

Potrebbero interessarti anche