Catania
25°

Giarre, revisori dei conti “congelano” parere: Bilancio con dati incoerenti

Giarre, revisori dei conti “congelano” parere: Bilancio con dati incoerenti

Ci risiamo. Riparte la saga sul Bilancio con il solito balletto dei Revisori dei conti che subordinano il proprio parere al superamento di alcune criticità. Una mossa già vista che li mette al riparo da nuovi interventi di sollecito del Commissario ad acta che ha già diffidato revisori e presidente del consiglio a rispettare le regole. Insomma i revisori congelano il parere e prendono tempo.

La Giunta comunale che il 14 dicembre scorso ha provveduto all’approvazione in Giunta dello schema del bilancio di previsione esercizio 2017/2019, dovrà correggere gli errori commessi. Di nuovo.  Dimostrando di muoversi con assoluta inadeguatezzza anche nella gestione contabile oltre che amministrativa. Come dicevamo, i revisori, al termine delle analisi, ancora una volta hanno subordinato il proprio parere al superamento di alcune “incoerenze” emerse nella lettura dei dati contabili forniti dall’amministrazione comunale, determinando la necessità di alcuni correttivi.

A cominciare dalle spese correnti degli anni 2017-2019 inserite nel quadro riassuntivo del bilancio che non corrispondono a quanto riportato negli allegati che compongono il Bilancio stesso. Relativamente al Documento Unico di Programmazione, in un prospetto relativo al 2017, le spese correnti inserite divergono di circa 777 mia euro con quelle inserite in bilancio; analogamente, sempre nell’anno 2017, le entrate correnti elencate, divergono di circa 777 mila euro rispetto ai numeri del bilancio.

In un altro prospetto – si legge nella nota del Collegio dei revisori – manca l’indicazione degli oneri di urbanizzazione destinati a finanziare le spese in conto capitale, mentre nella sezione operativa occorre indicare la delibera di programmazione del fabbisogno del personale e la delibera di approvazione del piano triennale di utilizzo dotazione strumentali e beni immobili. L’organo di revisione contabile a questo punto rimane in attesa delle modifiche, prima di esitare il parere. Per l’amministrazione, dunque, ancora una boccata d’ossigeno.

Potrebbero interessarti anche