Confezionamento flow-pack: cos’è e dove viene usato -
Catania
23°

Confezionamento flow-pack: cos’è e dove viene usato

Confezionamento flow-pack: cos’è e dove viene usato

Il flow pack è un metodo di confezionamento utilizzato nel settore alimentare, oppure per imballare piccoli oggetti. Si tratta di una soluzione innovativa, che si adatta a diverse forme e dimensioni, garantendo una protezione ottimale.

Inoltre, questo particolare metodo di confezionamento dei prodotti è particolarmente apprezzato perché garantisce importanti margini di personalizzazione del packaging, visto che permette di stampare ogni elemento grafico desiderato sulla pellicola che avvolge il prodotto finale attraverso l’uso di apposite bobine flow pack.

Come funziona il confezionamento flow pack

Tale metodo di confezionamento viene effettuato attraverso l’impacchettamento dei prodotti con un film avvolgente.

Il termine “flow” suggerisce una parte del funzionamento di questa operazione, ovvero, i prodotti da impacchettare vengono allineati su un nastro che, proseguendo su un determinato flusso, li porta verso il film che li avvolge completamente.

Giunti a questo punto, la pellicola viene sigillata. Il prodotto, giunto a questa fase, è quindi completamente protetto da possibili agenti esterni e si conserverà più a lungo.

Perché scegliere il confezionamento flow pack

Il confezionamento flow pack ha molteplici benefici, tra cui:

  • Risparmio: le macchine flow pack sono progettate per utilizzare esattamente la quantità di materiale necessaria per confezionare un prodotto, e per ridurre al minimo il consumo energetico, con conseguente risparmio economico;
  • Personalizzazione della confezione: un altro grande vantaggio del flow pack è la sua capacità di offrire un’elevata flessibilità nella personalizzazione della confezione del prodotto (ad esempio stampando direttamente sull’imballaggio o scegliendo finiture particolari). Questo è particolarmente importante in un mercato competitivo in cui l’immagine del prodotto e l’esperienza del cliente giocano un ruolo cruciale;
  • Minori costi di trasporto e stoccaggio: poiché il flow pack consente di creare imballaggi più compatti e leggeri rispetto ad altri materiali, si riducono anche i costi associati al trasporto e allo stoccaggio dei prodotti confezionati;
  • Velocità del processo di confezionamento: le macchine utilizzate per il confezionamento flow pack sono molto veloci e pratiche, pertanto consentono di risparmiare tempo prezioso durante il processo di confezionamento, e di aumentare la produttività;
  • Riduzione dei rifiuti: come già detto, le macchine flow pack impiegano solo il materiale utile per il confezionamento. In questo modo si riduce il volume di rifiuti, e l’impatto sull’ambiente è minore rispetto ad altre metodologie di confezionamento;
  • Protegge il prodotto in maniera ottimale: il confezionamento flow pack assicura l’integrità dei prodotti, proteggendoli da contaminazioni esterne e da altri fattori dannosi come l’umidità e l’esposizione alla luce, grazie a materiali plastici robusti e flessibili.

Applicazioni del confezionamento flow-pack

Questo metodo di confezionamento è molto usato in svariati settori per confezionare una vasta gamma di prodotti, come ad esempio quelli alimentari, farmaceutici, cosmetici e prodotti industriali.

Per quanto concerne il settore alimentare, ad esempio, il confezionamento in questione è molto usato per proteggere snack, caramelle, biscotti, prodotti da forno e molti altri ancora.

Per quanto riguarda il settore farmaceutico, invece, viene usato per prodotti monouso come ad esempio le mascherine.

Infine, nell’industria dei cosmetici, è utilizzato per il confezionamento di creme oppure lozioni, balsami ecc.

Potrebbero interessarti anche