Zafferana Etnea, il Premio Sciuti abbraccia una discendente del Maestro -
Catania

Zafferana Etnea, il Premio Sciuti abbraccia una discendente del Maestro

Zafferana Etnea, il Premio Sciuti abbraccia una discendente del Maestro

Nella sala consiliare del Palazzo di Città di Zafferana Etnea si è celebrato il Premio di pittura “Giuseppe Sciuti IX edizione 2023”, curata dal direttore Artistico prof. Paolo Giansiracusa. Il Premio “Menzione d’onore” è stato conferito al maestro Giuseppe Vassallo, per il suo impegno e impatto nell’arte. Sono stati premiati anche i pittori Filippo Nasello ed il giovane artista emergente Marco Previtera, il premio “Amico dell’Arte” è stato assegnato alla giornalista Grazia Calanna.

Parole di orgoglio sono state proferite dal Sindaco, avv. Salvo Russo, che «con immensa gratitudine, ha ringraziato il comitato organizzatore e, soprattutto, la dinamica dott.ssa Graziella Torrisi che ci notiziato una sua esperienza molto commovente». Infatti, da diversi anni è «in contatto con una discendente di Giuseppe Sciuti, che abita a Roma: l’architetto Isabella Sacco. Nonostante l’abbia invitata per varie edizioni del Premio, non è mai potuta venire. E allora, il mese scorso, sono stata io a Roma, da lei. Mi ha aperto le porte di casa sua. Per me è stata una grande emozione. Abbiamo parlato della grande famiglia d’origine. Giuseppe Sciuti era il trisavolo di Isabella, il bisnonno di Eugenio e ancora della nonna Bianca e del papà Marcello. Io le ho portato i libretti delle diverse edizioni del Premio Sciuti e lei mi ha regalato due cataloghi».

Isabella ha gestito per anni una galleria di arte a Roma e, ricorda ancora la dott.ssa Torrisi «nel 1988, ha organizzato una mostra chiamata “Ritratti di famiglia”, nella quale sono stati messi in mostra per lo più dipinti dello Sciuti, dove venivano raffigurati i volti dei parenti più prossimi. Isabella mi ha donato anche un altro catalogo che descrive Villa Durante con tanti dipinti dello Sciuti dove venivano raffigurati diversi soggetti, ad esempio nel dipinto “L’Altalena” di Sciuti al centro sono raffigurati il figlio Eugenio e la nuora (questo dipinto si trova nella Prefettura di Catania, n.d.A.). Oppure, “La Madonna dei bambini” che si trova nella chiesa di Sant’Agata La Vetere, i volti dei bambini sono i nipoti di Sciuti, il figlio Eugenio ha generato sette pargoli. Così, la brochure che abbiamo realizzato per questa edizione riguarda proprio i dipinti di Sciuti che ritraggono i suoi familiari. Ma Isabella ha donato anche un altro catalogo che descrive Villa Durante, appartenuta ad un medico chirurgo siciliano, Francesco Durante, amico di Sciuti».

Giuseppe Sciuti viaggia molto, espone a Londra presso il Palazzo di Cristallo, molti sono i quadri che attirano l’interesse degli inglesi ed invogliano il colonnello F.T. North ad acquistarli tutti, per un valore di diecimila sterline. Nell’ultimo periodo Sciuti predilesse la rappresentazione di grandi fatti storici e di battaglie celebri, fu sempre suo intento comporre large scene in cui l’emozione scaturisse dalla grandiosità della linea totale e dalla varietà dei particolari e, pertanto, viene ragionevolmente considerato come il maggior freschista siciliano dell’Ottocento.

Anna Fichera

Potrebbero interessarti anche