Mascali, il ricordo della maestra Sandra Tornello prematuramente scomparsa -
Catania
35°

Mascali, il ricordo della maestra Sandra Tornello prematuramente scomparsa

Mascali, il ricordo della maestra Sandra Tornello prematuramente scomparsa

Nessuno scorderà i suoi occhioni chiari e il suo sorriso. Se n’è andata così, quasi in sordina, non tutti sapevano della sua malattia contro la quale combatteva nell’ultimo periodo e che sabato scorso l’ha portata via. Con lei se ne va un pezzo di storia di Mascali. I suoi genitori insegnanti alle scuole elementari di Mascali. Lei, a Mascali, dal 1999, con il suo Centro Accademico Dancing School che amava tanto e a cui ha dedicato tempo e passione.

Sandra Tornello, si è spenta così, a Roma, sabato scorso, all’età di 53 anni, lasciando un vuoto incolmabile in tutta la comunità mascalese.

Generazioni di ragazzi hanno varcato le porte del Centro, a tutti Sandra ha regalato un sorriso, un insegnamento e trasmesso la voglia di crescere e migliorare, perché per Sandra il suo Centro non era solo una scuola di danza e ballo, ma una scuola di vita: scommettere e credere nelle proprie possibilità, lottare e non arrendersi, inseguire le proprie passioni anche se può richiedere tempo e fatica, era quello che esortava a fare Sandra.

“Voglio ricordarti così, circondata dai tuoi ragazzi che tanto amavi – scrive l’amico Massimo su facebook -. Da oggi insegna a ballare gli Angeli del Paradiso. Attoniti, increduli, sgomenti accogliamo la notizia della tua Nascita al Cielo. Lasci in tutti noi il ricordo di ciò che sei stata: una grande donna che amava il suo lavoro e i suoi ragazzi più di se stessa”.

Scrive l’amica Carmelina: “Con Sandra ci conoscevamo da sempre, sin dall’asilo, poi le elementari, con la sua cara mamma Gioconda come maestra, poi un giorno, dopo diversi anni, ci incontriamo entrambe incinte, lei di Andrea ed io di Chiara, davanti a quella che sarebbe stata la sua scuola di danza a Mascali, la Dancing School, dove le mie figlie sono letteralmente cresciute. Saggi, gare, viaggi, spettacoli, abbiamo condiviso tutto,  vittorie e no. Roma, Riccione, Siracusa, Caltanissetta, Catania, si partiva per ogni dove a gareggiare, non ci si perdeva d’animo. Sandra amava il suo lavoro, amava la danza. I suoi occhi brillavano quando doveva allestire uno spettacolo, quegli occhi che esprimevano tutto, tante volte non era necessario parlare, ci si capiva e basta. Con Sandra se ne va un pezzettino della mia infanzia ma anche un pezzo dell’età adulta, quella condivisa  grazie alla danza”.

“Questa è una notizia che io speravo non mi arrivasse mai- scrive Vanessa, una delle sue allieve. In un istante mi sono passati nella mente come un trailer, tutti i momenti trascorsi insieme in tutti questi anni: dalle risate a crepapelle, di quelle che poi ti venivano i crampi allo stomaco, fino ai rimproveri pre-gare e ai pianti di quando mi sfogavo con te. Ci sei stata soprattutto nella mia adolescenza e nell’infanzia di mia sorella. Tu sei quella che credeva in me quando nemmeno io ci credevo. Avevamo un progetto per questo settembre e invece te ne sei andata così, all’improvviso, in silenzio, lasciandomi un vuoto dentro. Ti voglio bene “nonnina” come ti chiamavo io scherzando. Grazie “Sandrinaaa”, come ti urlavo sempre. Grazie per tutto quello che mi hai dato, a livello di istruzione e a livello morale, perché parte di quello che sono, l’ho imparato da te”.

“Quando di fronte alle ingiustizie della vita ti senti impotente, quando vorresti cambiare il presente e non è più possibile perché “Qualcuno” ha già deciso tutto, perché vorresti anche solo per un momento poterla salutare un’ultima volta o per dirle quello che non le hai mai detto. Grazie Sandra”, scrive un’altra amica.

Di Sandra mancherà il suo essere moglie, madre, amica, confidente, insegnante, di lei mancherà la dolcezza e la forza, a chi ha avuto la fortuna di conoscerla mancheranno le sue grandi doti morali e professionali.

I funerali si svolgeranno oggi, mercoledì 22 marzo, alle ore 16, nella chiesa di Gesù Lavoratore, a Giarre.

 

Angela Di Francisca

Potrebbero interessarti anche