Russo Calcio, doppia partita… per la vetta! -
Catania
19°

Russo Calcio, doppia partita… per la vetta!

Russo Calcio, doppia partita… per la vetta!

I Categoria girone F: Russo Calcio – Akron Savoca 4-1

Marcatori: 17’Cartellone, 17’st Sciuto, 27’st Catania (rig.), 37’st Messina D. 43’st De Luca.

RUSSO CALCIO: Cisterna, Papa (46’st Catania E.), Messina D. (44’st Forzisi), Nicotra, Salemi, Mangano, Messina A. (34’st Pappapalrdp P.), Sciuto, Caltabiano, Cartellone (38’st Proietto), Catania. All. Seminara.

AKRON SAVOCA: Rando, Donato, Sterrantino, Pellizzeri, Barone, Bongiorno, Camppanile, Smiroldo, De Luca, La Forgia, Famulari. All. Parisi.

Arbitro: Giuffré (Messina).

TORRE ARCHIRAFI. Una partita lunga… due giorni e il derby cittadino. È passato attraverso queste due tappe la corsa alla vetta della Russo Calcio, con l’aggancio arrivato grazie al poker di reti rifilato alla Akron Savoca nel recupero della II giornata di campionato (la partita da doppia durata… di cui dicevamo prima). Dopo il pari nel derby cittadino con il Riposto Calcio (vantaggio della Russo al 12’ con la rete di Mangano, pareggio del Riposto con Muratori al 16’st), i ragazzi di mister Seminara guardavano al recupero della II giornata con l’Akron Savoca per raggiungere la vetta. La gara, originariamente prevista lo scorso 2 ottobre, era stata interrotta per impraticabilità di campo al 21’ del secondo tempo… nel momento in cui gli ospiti stavano per battere un calcio di rigore!

Andiamo per ordine. La prima parte della gara, almeno fino alla sospensione, aveva fatto registrare il predominio della Russo Calcio, concretizzatosi al 17’ con la rete del vantaggio siglata da Sciuto, abile a ribadire in rete una corta respinta del portiere ospite. Numerose occasioni avevano fatto prevedere ulteriori marcature ma… il diluvio che si era abbattuto sul campo di Torre Archirafi all’inizio del secondo tempo avevano condotto il sig. Giuffré a sospendere la partita… al momento del rigore. Rigore per la Akron Savoca, causato da un atterramento di Famulari da parte di Papa… in area (forse…). Diciamo forse perché le linee del campo di gioco, letteralmente sparite sotto la pioggia, non davano la certezza del punto dell’impatto. Tutto rinviato…

Rinviato al 13 ottobre, quando, alla ripresa della gara, sul dischetto si presentava Smiroldo: palla angolata ma non potente, Cisterna vola sul pallo alla sua sinistra e respinge la conclusione (nella foto in alto), per poi bloccare la palla nel corso della successiva mischia. Nel prosieguo dell’azione Sciuto esca palla al piede dalla sua metà campo, dalla fascia sinistra converge al centro e, dalla distanza, fa partire una parabola che si insacca sul palo sinistro, beffando Rando fuori dai pali (nella foto sotto).

Dieci minuti soltanto e la Russo Calcio cala il tris: azione di forza per Mangano che strappa la palla ad un avversario a centrocampo sulla sinistra, passaggio per Catania che entra in area e viene atterrato da Donato: il sig. Giuffré assegna il rigore che lo stesso Catania realizza spiazzando il portiere sul palo destro.

Per la Russo Calcio la gara è ormai in netta discesa e, al 27’, arriva anche la quarta marcatura: azione centrale di Catania per Caltabiano sulla fascia destra, stop e lancio lungo verso l’area ospite, la corta respinta della difesa dell’Akron diventa un apprezzato passaggio per Davide Messina che, dalla distanza, inventa una splendida parabola che si insacca all’incrocio sinistro dei pali. Con il poker locale la gara è virtualmente conclusa, con le ultime emozioni regalate dalla rete degli ospiti al 43’ (punizione dal limite battuta da De Luca che disegna una parabola precisa, finendo alle spalle di Cisterna dopo aver accarezzato il palo sinistro; prima di chiudersi sul tiro a giro di Proietto dalla sinistra che sfiora il palo destro.

Al triplice fischio del sig. Giuffrè i ragazzi della Russo esultano per i tre punti conquistati… a rate, che consentono loro di raggiungere il S. Alessio in vetta alla classifica, guardando già alla prossima gara interna, sabato 16 ottobre, contro il Casalvecchio Siculo. Obiettivo: consolidare la vetta!

Corrado Petralia

Potrebbero interessarti anche