Giarre, ispezione dell'Asp al Punto vaccini del Sant'Isidoro. Avviata la rimozione della cenere -
Catania
15°

Giarre, ispezione dell’Asp al Punto vaccini del Sant’Isidoro. Avviata la rimozione della cenere

Giarre, ispezione dell’Asp al Punto vaccini del Sant’Isidoro. Avviata la rimozione della cenere

L’Asp di Catania ha avviato un accertamento interno per verificare l’esistenza di disservizi nel Punto vaccini del presidio ospedaliero Sant’Isidoro di Giarre, teatro lunedì scorso di pericolosi assembramenti di anziani ultraottantenni, contemporaneamente convocati, previo appuntamento, per la somministrazione del primo vaccino e quelli per il richiamo.

Gli accertamenti disposti dall’Asp avrebbero confermato il rispetto dei protocolli, benché come documentato anche con alcuni video postati sui social, la disorganizzazione nella gestione degli appuntamenti era tangibile. A cominciare dalla dislocazione degli anziani in attesa di effettuare il vaccino, seduti a distanza ravvicinata lungo un piccolo corridoio del presidio ospedaliero. Tra le vistose carenze anche la presenza della cenere vulcanica che ha reso irrespirabile l’aria. Anziani sottoposti, per l’appunto, a respirare le polveri inquinanti sollevate dalle auto in transito nei vialetti interni dell’ospedale senza contare le difficoltà di movimento pedonale per raggiungere oltre che il punto vaccini, i tanti ambulatori dislocati in varie parti del complesso ospedaliero.

Frattanto, ieri mattina, a quasi un mese dalla pioggia di lapilli vulcanici, per la prima volta hanno fatto la propria comparsa i mezzi meccanici di una impresa incaricata dall’Asp per la rimozione della cospicua quantità di cenere vulcanica che ha invaso tutti gli spazi esterni dell’ospedale. Le operazioni hanno preso il via e andranno avanti fino al completamento.

Al Sant’Isidoro si stanno nel frattempo accelerando le procedure organizzative per la riattivazione del pronto soccorso. In dirittura d’arrivo il trasloco del Pta al poliambulatorio di corso Sicilia: si attende la predisposizione del trasloco dopo i recenti interventi di adeguamento eseguiti nella struttura distrettuale. Frattanto prosegue l’attività organizzativa della direzione generale dell’Asp finalizzata al reclutamento del personale tramite le graduatorie disponibili di incarichi a tempo.

Potrebbero interessarti anche