Cane meticcio ferito con la freccia di una balestra da caccia salvato dai veterinari dell’Asp -
Catania
25°

Cane meticcio ferito con la freccia di una balestra da caccia salvato dai veterinari dell’Asp

Cane meticcio ferito con la freccia di una balestra da caccia salvato dai veterinari dell’Asp

Alla bestialità umana non c’è fine. Un povero cane meticcio è rimasto gravemente ferito a Milo con la freccia di una balestra da caccia. L’ignobile episodio avvenuto l’altra notte in aperta campagna, in zona Caselle, è stato denunciato ai carabinieri della Stazione di Sant’Alfio dal responsabile del Servizio Veterinario dell’Asp di Giarre, dott. Alfio Russo.

Il medico è stato allertato da due donne del luogo che avevano avvistato nell’oscurità il cane ferito da quella freccia conficcata nel costato e con un vistoso grosso taglio all’orecchio sinistro. Il cane è stato immediatamente sedato allo scopo di condurlo in sicurezza presso l’ambulatorio Asp di via Carlo Parisi a Macchia di Giarre.

Costatata la gravità delle lesioni procurate dalla freccia, è stato deciso di procedere con un delicato intervento chirurgico, provvedendo all’asportazione del dardo di una freccia, presumibilmente, come detto, di una balestra. La freccia ha procurato all’animale lacerazioni muscolari profonde e una frattura alle costole, nonché l’interessamento della pleura con formazione di emotorace. Si è reso necessario provvedere alla sua riduzione.

L’intervento chirurgico si è concluso con la suturazione delle parti interessate dalle ferite. Il cane trattenuto preso l’ambulatorio Asp di Macchia in prognosi riservata, ha per fortuna superato la fase critica e, si apprende, non corre pericolo di vita.

Quello di Milo, purtroppo, è l’ennesimo episodio a livello nazionale. Da più parti si sollecitano iniziative, anche legislative, immediate e risolutive. Sovente vengono uccisi decine e decine di animali nella maniera più atroce. L’animalicidio rimane impunito a causa dei buchi legislativi presenti nel sistema giuridico italiano.

Potrebbero interessarti anche