Ospedale di Giarre, nel vivo i lavori del nuovo pronto soccorso. Incrementato il personale -
Catania
25°

Ospedale di Giarre, nel vivo i lavori del nuovo pronto soccorso. Incrementato il personale

Ospedale di Giarre, nel vivo i lavori del nuovo pronto soccorso. Incrementato il personale

I  cantieri del nuovo pronto soccorso sono entrati ormai nel vivo, dopo le fasi iniziali di apprestamento. Operai dunque al lavoro al piano terra dell’edificio sanitario per ridisegnare gli spazi della nuova area emergenziale del nosocomio con l’allestimento della cosiddetta “camera calda”.

L’impresa aggiudicataria dell’appalto ha 100 giorni di tempo per completare gli interventi di ristrutturazione,nell’ambito dei quali sono previsti, tra l’altro, l’ampliamento dell’area triage e la rimodulazione degli spazi sanitari suddivisi per codice (verde, giallo e rosso).

Gli interventi di carattere architettonico e impiantistico, come già più volte rappresentato ai sindaci del distretto sanitario giarrese dal direttore generale dell’Asp, Maurizio Lanza, non sono radicali e quindi non tecnicamente esaustivi, poichè sono quelli facenti parte della prima fase, ovvero del primo step. In ogni caso il proseguo dei lavori più a lungo termine è subordinato al finanziamento di oltre 10 milioni di euro(la durata dei lavori è stata stimata in 41 mesi) per la definitiva realizzazione del nuovo pronto soccorso del Sant’Isidoro.

Frattanto è in fase di progettazione anche il nuovo ambiente della Tac, poiché la nuova strumentazione diagnostica verrà spostata – per ragioni di opportunità organizzativa – in un locale vicino al pronto soccorso temporaneo e che, successivamente, nel progetto definitivo, diventerà laboratorio di analisi, tuttavia, in questa fase consente di spostare la Tac e il telecomandato nelle strette vicinanze dell’area emergenziale del presidio ospedaliero. Attualmente lo spazio individuato dai progettisti dell’Asp che coordinano i lavori al Sant’Isidoro, è quello corrispondente alla sala utilizzata per le pubbliche conferenze e seminari.

La prossima settimana sarà lanciata invece la gara per le indagini sismiche mediante mercato elettronico della pubblica amministrazione. Frattanto nel nosocomio giarrese di via Forlanini, sono stati ultimati gli interventi di messa in sicurezza nell’area di Radiologia.

L’impresa in queste settimane ha eseguito una serie di variegati interventi in corrispondenza del corridoio – precedentemente dichiarato inagibile per ragioni di sicurezza e a tutela della salvaguardia degli utenti  che conduce alla zona Tac; lavori che hanno interessato anche i locali tecnici della Radiologia da ieri tornata nella sua piena operatività dopo lo stop forzato a causa della nota pandemia.

La prossima settimana, invece, ripartiranno Chirurgia e con essa i laboratori di analisi del presidio ospedaliero che aveva sospeso le attività durante il lungo periodo di lockdown. E con la riattivazione di Chirurgia, ripartiranno le sale operatorie per lo svolgimento, in questa fase, di interventi di media entità. Incrementate anche le unità lavorative al Sant’Isidoro.

Novità anche per quanto riguarda il personale. Da ieri sono stati assegnati dall’Asp due infermieri e 3 operatori sociosanitari che andranno a rinvigorire il carente personale. Assegnati sempre all’ospedale di Giarre anche 3 nuovi tecnici di laboratorio analisi e 2 geriatri.

Potrebbero interessarti anche