Morte sospetta di Luigi Magaraci, l'Azienda sanitaria: "Una tragedia che ci addolora" -
Catania
12°

Morte sospetta di Luigi Magaraci, l’Azienda sanitaria: “Una tragedia che ci addolora”

Morte sospetta di Luigi Magaraci, l’Azienda sanitaria: “Una tragedia che ci addolora”

“È una tragedia che ci addolora profondamente. Esprimiamo, ancora, il nostro cordoglio alla famiglia e assicuriamo il nostro massimo impegno e supporto nell’accertamento dei fatti e nell’individuazione delle responsabilità connesse”. Così in una nota l’Asp di Catania commenta la dipartita del 44enne Luigi Magaraci.

“Questo dramma accade proprio nel momento in cui le Istituzioni, regionali e locali, le associazioni, i comitati civici e l’Asp di Catania, in prima linea, stanno investendo energie e risorse per la riattivazione, nel più breve tempo possibile, del Pronto Soccorso dell’Ospedale di Giarre. Certamente, un Pronto Soccorso offre maggiori livelli di servizio rispetto a un PTE, consapevoli, tuttavia, che in sanità l’azzeramento di ogni rischio clinico sia irraggiungibile”.

“Quanto avvenuto – prosegue la nota dell’Asp – non può lasciare nessuno indifferente e ci motiva ulteriormente nel conseguimento dell’obiettivo indicato dalla nuova rete ospedaliera regionale.
Intanto, a parte le eventuali responsabilità che saranno accertate nelle sedi opportune, facendo riferimento alla tipologia di servizio erogato dal PTE, verrà istituita una ulteriore commissione, composta da esperti, che dovrà fare maggiore luce sulla vicenda al fine di capire se siano state rispettate le linee guida specifiche e le procedure previste; e quali siano gli interventi correttivi di carattere organizzativo che questa Azienda dovrà eventualmente adottare nel PTE, nel più breve tempo possibile, per contribuire ad alzare i livelli di sicurezza sino ad oggi offerti ai cittadini di Giarre e del distretto”.

Potrebbero interessarti anche