I carabinieri scoprono casa a luci rosse. Denunciato un 38enne di Giarre -
Catania
22°

I carabinieri scoprono casa a luci rosse. Denunciato un 38enne di Giarre

I carabinieri scoprono casa a luci rosse. Denunciato un 38enne di Giarre

Una insospettabile casa di appuntamento a luci rosse è stata scoperta dai carabinieri nella zona di confine tra Giarre e Riposto, nel quadro di una attività investigativa che ha portato alla denuncia di un 38enne di Giarre, titolare di un sexy shop in Provincia, per favoreggiamento della prostituzione.

In quell’appartamento alcune giovane donne, di età compresa tra i 24 e i 36 anni, di nazionalità cubana e domenicana, svolgevano l’attività di meretricio. Un alloggio anonimo per il cui utilizzo – hanno accertato i carabinieri – le donne pagavano un affitto di 25 euro al giorno.

I militari dell’Arma dopo una serie di appostamenti e sevizi di osservazione a distanza, hanno sorpreso una 36enne di nazionalità domenicana, residente a Viterbo che, sentita dai carabinieri, ha confermato l’attività di meretricio. Alcuni mesi prima, nell’agosto della scorsa estate, i Cc, nel medesimo appartamento avevano già sorpreso e identificato altre due giovani donne di 24 anni, entrambe cubane e residenti a Roma e Perugia.

In quella circostanza i carabinieri avevano rinvenuto alcune confezioni di profilattici e un barattolo contenente 10 grammi di “cannabis light”, tuttavia sottoposto a sequestro, poiché aperto e privo di fattura. Le indagini hanno acclarato che per ogni prestazione sessuale il prezzo era di 25/30 euro.

Potrebbero interessarti anche