Riposto, parchi inclusivi. Trasmesso alla Regione il progetto per valorizzare area ludica -
Catania
18°

Riposto, parchi inclusivi. Trasmesso alla Regione il progetto per valorizzare area ludica

Riposto, parchi inclusivi. Trasmesso alla  Regione il progetto per valorizzare area ludica

Favorire l’integrazione sociale dei minori con disabilità, attraverso la creazione di parchi inclusivi, assicurando uguale accesso agli altri bambini alla partecipazione ad attività ludiche, ricreative e del tempo libero, facilitando l’interazione sociale. È l’obiettivo del bando promosso dell’assessorato regionale alla Famiglia cui ha aderito il Comune di Riposto. I parchi inclusivi, in questo quadro, devono concorrere a sviluppare le capacità del bambino disabile, al fine di valorizzare le potenzialità individuali, favorire l’inclusione sociale utilizzando il livello di partecipazione ad iniziative territoriali realizzati presso gli spazi pubblici.
“La location prescelta – conferma il sindaco Enzo Caragliano – è il parco urbano che ricade nell’area residenziale di Quartirello. Nel dettaglio il nostro progetto prevede la realizzazione di uno spazio ludico formativo, utilizzando la vasta superficie del parco ed in particolare la porzione in cui ricade l’esistente vasca a forma di farfalla, originariamente pensata per esibizioni di modellismo navale, senza però essere mai entrata in funzione. Da qui la volontà di valorizzarla nel quadro del progetto del parco inclusivo cui abbiamo deciso di aderire”.

Sotto il profilo tecnico la proposta progettuale trasmessa alla Regione prevede l’installazione di una dozzina di giochi per bambini, tra cui altalene, scivoli, attrezzi ludici a molla e, nel contempo, giochi in grado di garantire esperienze sensoriali e mnemoniche. Sarà valorizzato, inoltre, l’esistente anfiteatro dotato di una arena con circa 500 posti a sedere e sarà attrezzata l’adiacente area a verde con punto cottura, tavoli e sedie che consentiranno alle famiglie di fruire del parco, favorendo l’aggregazione sociale.
“Abbiamo aderito al bando – soggiunge l’assessore alle Politiche sociali, Carlo Copani – presentando un progetto, nell’ambito del quale riusciremo ad offrire un concreto servizio alla collettività ed, al contempo, attrezzare un parco per lungo tempo sottostimato in quanto, a causa della vetustà di alcuni arredi accessori, veniva percepito dai cittadini come un’opera incompiuta. Invece questo intervento non solo valorizza il sito, ma, contemporaneamente, diventa baricentro di interesse per i cittadini di un vasto agglomerato urbano”.
Nel bando della Regione sono finanziabili le spese sostenute e documentate per lavori di adeguamento riguardanti: percorsi e rampe di accesso all’area gioco; pavimentazione dell’area gioco, giochi e strutture di gioco combinate; lavori di installazione. Il Comune di Riposto, ottemperando alle linee del bando regionale, potrà richiedere un contributo massimo di 50 mila euro compartecipando con risorse finanziarie, nella misura minima del 10% del costo complessivo del progetto.

Potrebbero interessarti anche