Giarre, futuro indecifrato per il plesso di Croce che rimane chiuso -
Catania
22°

Giarre, futuro indecifrato per il plesso di Croce che rimane chiuso

Giarre, futuro indecifrato per il plesso di Croce che rimane chiuso

Cancelli chiusi e porte tristemente sbarrate nel plesso scolastico di Croce oggetto, nel recente passato,di un intervento di restyling, per effetto di un drastico spopolamento di alunni che ha costretto, suo malgrado, la dirigente scolastica a tenere chiusa la storica scuola.

Il futuro di questa struttura rimane nebuloso, benchèl’assessore alla Pubblica Istruzione Dario Li Mura ribadisce con forza che per il plesso di Croce verrà adottata una soluzione: “Certamente – afferma – la scuola non rimarrà chiusa e peggio ancora esposta ad azioni vandaliche. Stiamo immaginando un progetto di rilancio; da qui a poco la scuola tornerà ad essere un punto di riferimento per la comunità di Macchia e di Croce con l’attivazione di servizi legati in ogni caso all’istruzione.

Frattanto, a poco più di una settimana dall’avvio del nuovo anno scolastico, sono molteplici gli interventi di manutenzione che si richiedono per un gran numero di scuole di pertinenza comunale. Si rende necessario, ad esempio, un piano progettuale per il plesso elementare Manzoni di viale Mediterraneo a Macchia, dovendo realizzare una nuova copertura pesantemente danneggiata dalle infiltrazioni di acqua piovana. Contemporaneamente è opportuno eseguire alcuni piccoli interventi manutentivi: la sistemazione dell’impianto antifurto e dell’interfono interno”.

Nell’elenco stilato dall’assessore Li Mura figura, poi, il plesso elementare Alessi di piazza Ragusa: in alcuni ambienti si notano evidenti scrostamenti degli intonaci, mentre è necessario eliminare le infiltrazioni presenti sul tetto dell’edificioe dell’annessa palestra. Altri interventi da realizzarsi nel breve termine riguardano il plesso scolastico Montalcini di viale Libertà. In questo caso il Comune deve provvedere a sostituire alcuni maniglioni antipanico delle porte all’ingresso e ripristinare, nel contempo, gli scarichi dei servizi igienici (wc e lavandini).

L’assessore Li Mura, infine, relativamente al trasporto collettivo con lo scuolabus, conferma la “ripartenza del servizio di accompagnamento degli studenti, nella prima decade del mese di ottobre, mentre si sta ancora cercando un terzo autista da impiegare in questo nuovo anno scolastico”.

Potrebbero interessarti anche