Giardini Naxos. Ianniello a ruota libera: «Il silenzio assordante dell'intera classe politica locale» -
Catania
25°

Giardini Naxos. Ianniello a ruota libera: «Il silenzio assordante dell’intera classe politica locale»

Giardini Naxos. Ianniello a ruota libera: «Il silenzio assordante dell’intera classe politica locale»

Il sindacalista ed ex amministratore comunale non le manda a dire a sindaco, assessori, presidente del Consiglio e consiglieri, i quali hanno tutti completamente ignorato una sua lettera di due mesi fa in cui chiedeva risposte ad alcuni problemi della cittadina turistica

Profondo sdegno viene pubblicamente espresso in questi giorni da Mario Ianniello, cittadino, sindacalista ed ex amministratore comunale di Giardini Naxos, per le mancate risposte, da parte delle istituzioni locali, ad una sua lettera di due mesi fa nella quale segnalava alcune problematiche della prima colonia greca di Sicilia, ed in particolare lo stato di abbandono della transitata Via Pancrazio De Pasquale (segnaletica insufficiente e manto stradale dissestato e sporco), la “Casa dell’Acqua” da tempo non funzionante ed i defibrillatori, donati qualche anno fa al Comune da alcuni cittadini ed associazioni, rimasti di fatto inutilizzati (vuoi perché guasti, vuoi perché inaccessibili al pubblico).

«Ho segnalato per iscritto queste tre questioni al sindaco Nello Lo Turco ed al presidente del Consiglio Comunale Danilo Bevacqua – dichiara Ianniello (nel riquadro sulla foto del municipio di Giardini Naxos), ma ne è seguito un “assordante silenzio”, che offende non tanto me come autore di quella lettera, ma soprattutto i cittadini giardinesi che ancora una volta vengono considerati solo dei “numeri per le campagne elettorali”. Mi sarei accontentato anche di una risposta ufficiosa e non ufficiale, ma non mi è pervenuta nemmeno quella.

«Mi consta, peraltro, che il sindaco Lo Turco, non appena pervenutagli quella mia nota, l’ha immediatamente trasmessa ai suoi assessori competenti, i quali, evidentemente, a tutt’oggi non hanno ancora elaborato una risposta, mentre in sessanta giorni avrebbero potuto scrivere un… corposo romanzo!

«Come prima accennavo, quei miei quesiti li ho indirizzati anche al presidente dell’organo consiliare, ma pure da quest’ultimo non è giunta risposta alcuna. A meravigliarmi è anche il totale disinteresse dei consiglieri comunali, sia di maggioranza che di opposizione, i quali, a quanto mi risulta, seguono assiduamente la stampa locale ed i social, che hanno dato ampio risalto a quella mia lettera di due mesi fa, ma che i nostri rappresentanti politici seduti nell’aula consiliare di Palazzo dei Naxioti sembrano “stranamente” ignorare.

«L’intera classe politica di Giardini Naxos, pertanto, dovrebbe provare un “pochino” di vergogna nei confronti dei suoi elettori e, più in generale, di tutti i cittadini. Ed a proposito di questi ultimi, mi tocca purtroppo rimarcare anche l’insufficiente loro sostegno a quella mia nota, avente ad oggetto questioni di notevole interesse pubblico quali la sicurezza ed il decoro del centro urbano e servizi importanti, anche sotto il profilo sanitario, per la nostra comunità. Devo dire, con sommo rammarico, che ho pure notato l'”assenza” persino di quei cittadini che, in tempi nient’affatto lontani, hanno promosso insieme al sottoscritto delle significative iniziative sociali (come l’acquisto dei defibrillatori salvavita) in favore della collettività giardinese».

Rodolfo Amodeo

Potrebbero interessarti anche