Catania
23°

Francavilla di Sicilia: turismo sulla “Buona Strada” dell’innovazione e della tecnologia

Francavilla di Sicilia: turismo sulla “Buona Strada” dell’innovazione e della tecnologia

Presentato ieri un progetto all’avanguardia per i visitatori del Comune dell’Alcantara, che potranno conoscerne le varie attrattive attraverso strumenti di nuovissima generazione quali app, audioguide e tabelle dotate di QrCode. Il sindaco Pulizzi ha anche annunciato altre importanti novità sul fronte dell’accoglienza e della promozione del territorio locale

Francavilla di Sicilia comincia ad attrezzarsi di strumenti idonei ed all’avanguardia per attirare flussi turistici e rendere agevole e piacevole la permanenza dei visitatori nel suo territorio. Lo fa attraverso il progetto “Buona Strada”, curato dal noto professionista etneo da anni impegnato nel settore del marketing territoriale Rosario Garozzo e presentato ufficialmente ieri pomeriggio presso la Sala della Colonna di Palazzo Cagnone.

Un maxipannello informativo

«E’ un progetto – ha dichiarato Enzo Pulizzi, sindaco della cittadina dell’Alcantara – fortemente voluto dalla mia Amministrazione Comunale per mettere in rete il nostro territorio con tutte le sue bellezze naturalistiche, storiche  ed artistiche, iniziando così a creare un concreto prodotto turistico da offrire ai visitatori».

Una delle targhe interattive

Il progettista Garozzo ha aggiunto che «tale iniziativa è già stata avviata con successo in una sessantina di Comuni siciliani, cui adesso si aggiunge anche Francavilla, che potrà innanzi tutto usufruire della piattaforma multimediale “Buonastrada.eu”, al cui sito web le attività economiche locali possono gratuitamente registrarsi. Puntiamo molto, insomma, sull’innovazione tecnologica, anche attraverso app, audioguide, virtual tour e targhe monumentali dotati di QrCode per fornire al turista tutte le informazioni necessarie ed in lingue diverse sui luoghi da visitare e sulle strutture dove poter mangiare e soggiornare. Per il Comune di Francavilla di Sicilia, anzi, il progetto “Buona Strada” si è arricchito di alcune novità, come i maxipannelli informativi che, in base alla zona dove il turista si trova, consigliano degli appositi itinerari».

Intanto, sui cartelli di benvenuto installati nelle strade di accesso al paese si è deciso di puntare sul “fascino” delle origini elleniche di Francavilla, presentata come “Antica Città Greca”. Ed a tal proposito il primo cittadino Pulizzi ha annunciato che proprio nelle ore immediatamente precedenti alla presentazione ufficiale del progetto “Buona Strada” è arrivato il nulla osta della Soprintendenza di Messina al completamento dei lavori per il trasferimento nelle sale di Palazzo Cagnone dei reperti archeologici di epoca greca affiorati dal sottosuolo francavillese nei decenni scorsi e sino ad oggi conservati nell’edificio adibito ad Antiquarium.

E rimanendo in tema di opportunità di sviluppo turistico, Enzo Pulizzi ha anche comunicato l’avvenuta firma del protocollo d’intesa tra il Comune di Francavilla e quelli limitrofi di Motta Camastra e Castiglione di Sicilia per poter dotare durante i mesi estivi i territori dei tre centri di nuovi servizi di autolinee sia per i turisti e sia per i residenti.

Rodolfo Amodeo

 

FOTO PRINCIPALE: da sinistra il vicesindaco ed assessore al turismo Carmelo Magaraci, il sindaco Enzo Pulizzi ed il progettista di “Buona Strada” Rosario Garozzo; accanto uno dei cartelli di benvenuto in paese

Potrebbero interessarti anche