Catania
10°

Giarre, anche l’Organismo Straordinario di Liquidazione “bacchetta” l’Amministrazione

Giarre, anche l’Organismo Straordinario di Liquidazione “bacchetta” l’Amministrazione

Alla vigilia del Consiglio comunale per l’approvazione del Rendiconto 2017 (senza parere dei Revisori?) l’amministrazione ha incassato un’altra sonora diffida. Come se non bastassero da sole le tensioni sulla nota della Regione che ha assegnato 20 giorni di tempo per l’approvazione del bilancio stabilmente riequilibrato pena lo scioglimento del Consiglio, giunge anche la pesante bacchettata dell’Organismo Straordinario di Liquidazione.  Con una piccata nota la terna commissariale rimprovera l’amministrazione per la ritardata trasmissione, nonostante reiterati solleciti, degli atti contabili richiesti dall’Osl.

I commissari rimarcano le difficoltà nel procedere alla celere gestione straordinaria dei residui attivi passivi di competenza della Gestione Straordinaria di liquidazione, nonché alla determinazione del fondo iniziale di cassa alla data di insediamento dell’Osl, “generando una incertezza, sotto il profilo di cassa, delle effettive risorse finanziarie a disposizione della gestione ordinaria e straordinaria”.

L’Organismo nominato dal Ministero dell’Interno elenca una serie di richieste ad oggi disattese: l’elenco aggiornato dei residui attivi per tipologia di credito e anno di riferimento; una dettagliata relazione in ordine ai versamenti degli incassi dei ruoli effettuati dall’ente sino alla data dell’insediamento dell’Osl; relazione sullo stato dei ruoli di competenza del Comune; elencazione dei cespiti immobiliari suscettibili di alienazione. L’organismo straordinario di liquidazione ha intimato l’amministrazione di produrre tutti gli atti richiesti entro la fine di marzo 2019.

Potrebbero interessarti anche