Festival di Sanremo, la Sicilia protagonista -
Catania
10°

Festival di Sanremo, la Sicilia protagonista

Festival di Sanremo, la Sicilia protagonista

Il superfavorito trio de “Il Volo”, vince la 65esima edizione della kermesse sanremese. “Grande Amore” è il brano che trionfa sul palco dell’Ariston che i tre tenorini (due Piero Barone e Ignazio Boschetto sono siciliani – rispettivamente di Marsala e di Naro – mentre il terzo Gianluca Ginoble è abruzzese) non sembrano però averlo sofferto troppo: già la prima esibizione, nella seconda serata del festival, aveva fatto intuire la disinvoltura con la quale i neo vincitori siano abituati a calcare palchi prestigiosi.

“Grande Amore” si lega al più classico e cantato dei temi. Un “pezzo antico” che coinvolge con il pop in chiave classica; marchio di fabbrica degli interpreti. Il vecchio si trasforma, armonizza le voci e si fonde con l’eleganza e la raffinatezza di un’Italia che ha già conquistato il mondo.

Con quell’orchestra e con quella scenografia l’effetto si amplifica e coinvolge tutti o quasi; la standing ovation della quarta serata è il preludio del successo, apparentemente scontato perché il ritorno di Nek, con “Fatti avanti amore”, va forte in radio e Malika Ayane si esibisce con quello che è stato definito il miglior testo del festival. La cantante italo-marocchina infatti, si è aggiudicata il premio della critica “Mia Martini” con “Adesso e qui (nostalgico presente)”; musica scritta da Alessandra Flora e Giovanni Caccamo, vincitore del festival tra le nuove proposte. Giovanni apre ad un festival tutto siciliano, il giovane cantante è nato a Modica in provincia di Ragusa.

Per concludere, a Nek va il Premio della Sala Stampa Radio e tv “Lucio Dalla” che si aggiunge alla vittoria nella serata delle cover.

Piero Barone, Ignazio Boschetto e Gianluca Ginoble li abbiamo conosciuti a Ti lascio una canzone, il programma di RaiUno condotto da Antonella Clerici, e da quel momento sono “volati” sui palcoscenici internazionali. Acclamati all’estero, in patria non hanno ancora avuto il successo che gli spetterebbe. Prima di Sanremo, in Italia, solo il doppio appuntamento di Taormina dello scorso Luglio, al Teatro Antico.

Il festival diventa la giusta occasione per farsi conoscere ma, alla vittoria finale, ci arrivano pur consapevoli di non avere il riscontro della stampa e della critica. Dalla loro hanno però già gran parte del “popolo”, come lo chiamano in conferenza stampa. “Grande Amore” ottiene il 39% dei voti, Nek il 35% e Malika il 26%.

“Il Volo” è atterrato su Sanremo e se lo porta via con la semplicità di chi “Ci ha lasciato una canzone”.

Salvo Rubbino

Potrebbero interessarti anche