“Note sotto l’Albero” a Linguaglossa -
Catania
11°

“Note sotto l’Albero” a Linguaglossa

“Note sotto l’Albero” a Linguaglossa

Prenderà il via domani sera, sabato 13 dicembre, il festival canoro diretto e condotto da Daniela Cavallaro ed organizzato dalla nuova associazione “Emozioni e Musica”. Nel teatro dell’Oratorio “Don Di Mauro” numerosi concorrenti si sottoporranno al giudizio di una qualificata giuria tecnica e, nella finalissima del 20 dicembre, anche di una popolare. Ai primi tre classificati verrà data la possibilità di farsi conoscere in ambito ultraregionale

Si alzerà domani sera, sabato 13 dicembre alle ore 19.30, il sipario sul festival canoro “Note sotto l’Albero”, che andrà in scena a Linguaglossa nel teatro dell’Oratorio “Don Vincenzino Di Mauro”.

Ad organizzare l’evento musical-natalizio è l’associazione “Emozioni e Musica”, recentemente costituitasi nel Comune pedemontano etneo grazie all’intraprendenza della cantante Daniela Cavallaro, la quale ha coinvolto in tale “avventura” il marito Giuseppe Gullotta, designato presidente del sodalizio in questione, ed i fratelli Leonardo Cavallaro (vicepresidente), Giuseppe (tesoriere) ed Antonino (socio fondatore).

La manifestazione si articolerà in due serate; a quella di domani, infatti, seguirà la finalissima di sabato 20 dicembre, che vedrà in veste di presidente di giuria l’attore Jacopo Cavallaro, protagonista di popolari fiction televisive come “Il Capo dei Capi” e “Squadra Antimafia”. Oltre che dalla giuria tecnica (della quale, assieme a Cavallaro, faranno parte altri professionisti dello spettacolo, musicisti e giornalisti), i cantanti in gara verranno giudicati, nella serata finale del 20 dicembre, anche dalla votazione popolare del pubblico in sala, che potrà eventualmente “ripescare” gli esclusi della prima serata.

Due le sezioni del concorso: “Junior”, per i cantanti dai sei ai trent’anni d’età, e “Senior”, per quelli dai trentuno anni in su.

Oltre che intonazione, doti interpretative e presenza scenica (ossia i parametri solitamente considerati in una competizione canora), i concorrenti dovranno anche presentare un “look” particolarmente avvincente.

Dal canto suo Daniela Cavallaro, presentatrice e direttrice artistica di “Note sotto l’Albero”, si mostra piena d’entusiasmo per questa kermesse che segna l’esordio dell’associazione “Emozioni e Musica” da lei fondata, e che comunque, pur non ancora costituitasi ufficialmente, aveva già regalato al pubblico linguaglossese il concorso canoro “Voci di fine Estate”, svoltosi con successo nello scorso settembre.

«Come suol dirsi – dichiara la Cavallaro (nelle due foto durante una conferenza stampa ed in un’esibizione canora)siamo “stanchi ma felici”, sia per le numerose adesioni alla nostra iniziativa e sia per l’interesse che stanno mostrando nei confronti di essa produttori discografici, emittenti radiofoniche ed associazioni artistico-culturali di tutta Italia che in questi anni, grazie alla mia attività di cantautrice, ho avuto modo di conoscere e frequentare. Adesso, dunque, tutti questi autorevoli partner intendono collaborare con la nostra associazione “Emozioni e Musica”, a cominciare da questo festival natalizio. I primi tre classificati di “Note sotto l’Albero”, ad esempio, non porteranno a casa solo le tradizionali targhe-premio, ma anche interviste e passaggi radiofonici sulla seguitissima “Radio Studio Uno Abruzzo”, di cui conosco personalmente il direttore. Le manifestazioni che la nostra associazione organizza non vogliono, dunque, essere fini a se stesse, ma intendono offrire ai partecipanti serie opportunità di crescita professionale e di carriera nei mondi della musica e dello spettacolo in genere».

“Note sotto l’Albero” si avvale anche del supporto di diversi sponsor, con in testa quello ufficiale “Rosanna Grasso – Acconciature e Make-Up”. La “Bottega della Carne” di Gianluca Arcidiacono ed Antonino Cavallaro ha, inoltre, messo a disposizione una ricca cesta natalizia a base di prelibatissimi prodotti tipici locali che, tramite l’apposito sorteggio, potrà aggiudicarsi qualche fortunato spettatore in sala.

Rodolfo Amodeo

Potrebbero interessarti anche