Giarre, interventi post maltempo: spesa per mezzo milione di euro -
Catania
20°

Giarre, interventi post maltempo: spesa per mezzo milione di euro

Giarre, interventi post maltempo: spesa per mezzo milione di euro

È stata preventivata una spesa di almeno mezzo milione di euro per i lavori che il Comune sta eseguendo in questi giorni dopo i danni provocati dal maltempo delle scorse settimane. All’indomani degli eventi calamitosi del 5 e 6 novembre, l’Amministrazione ha richiesto alla Regione lo stato di calamità naturale (ad oggi non si è avuta alcuna risposta in merito).

Nella prima fase degli interventi si è data priorità alla manutenzione straordinaria delle strade e con la formula della somma urgenza si è intervenuti tempestivamente in quelle arterie ad alta densità di traffico il cui manto stradale era stato ridotto ai minimi termini dall’intensa pioggia: viale Sturzo, via San Matteo, via Cairoli, corso delle Province e parte terminale di viale Federico di Svevia. Per i predetti lavori di manutenzione stradale è stata già stimata una spesa di 120 mila euro. Contemporaneamente, l’Amministrazione, ha programmato anche alcuni interventi in due edifici comunali, il Municipio e la sede dell’Utc. Per il palazzo comunale dove i lavori sono iniziati già all’indomani degli eventi calamitosi, come conferma il dirigente dell’Area Tecnica, arch. Venerando Russo, per le opere di ripristino della copertura (numerose le infiltrazioni che hanno provocato allagamenti anche nell’aula consiliare e nell’anticamera della sala per le Commissioni) occorrono almeno 100 mila euro. Ancora da definire, invece, la spesa per le riparazioni sul tetto dell’edificio di via Principessa Jolanda che ospita l’Ufficio Tecnico. Ieri l’impresa incaricata dal Comune, sempre con la formula della somma urgenza, ha allestito il ponteggio e quanto prima saranno effettuati i monitoraggi sul tetto tegolato dello storico edificio comunale.

E sempre in tema di interventi post maltempo, da alcuni giorni sono in corso i lavori per il ripristino della fognatura sottostante il ponte di viale dello Jonio a Macchia la cui tubazione è completamente satura da legname trascinato dalle acque del torrente in piena con pregiudizio sulla funzionalità del depuratore consortile di Mascali.

Ieri mattina, infine, in via Foscolo, a Trepunti, sono stati rimossi i rami di un albero finiti per il forte vento contro i cavi della pubblica illuminazione. Analoghi interventi sono previsti anche in altre zone della città e nella frazione di San Giovanni Montebello. In città, intanto, proseguono le opere di bonifica di circa un migliaio di caditoie con l’impiego di un escavatore con risucchio. Impegnata in questo caso una spesa di 41 mila euro.

Potrebbero interessarti anche