Acireale, polizia e carabinieri arrestano due giovani per furto aggravato -
Catania
17°

Acireale, polizia e carabinieri arrestano due giovani per furto aggravato

Acireale, polizia e carabinieri arrestano due giovani per furto aggravato

Personale del Commissariato P.S. di Acireale e della Compagnia Carabinieri di Acireale ha proceduto all’arresto dei pregiudicati catanesi Mario Coco  di anni 40 e Salvatore Castiglia,  di anni 26, per furto aggravato in concorso. I due arrestati, già con precedenti per reati contro il patrimonio, si sono resi responsabili del furto di un cospicuo quantitativo di limoni in un agrumeto della frazione Santa Tecla.

Si precisa che nei giorni scorsi presso gli uffici del Commissariato della cittadina acese è stata ricevuta una delegazione di coltivatori diretti, aderenti ad una associazione di categoria, che si è fatta portavoce della necessità di intensificare la vigilanza presso i limoneti della zona comunemente chiamata “Timpa”, in concomitanza con la raccolta dei frutti. Pertanto sono stati rafforzati i controlli di polizia presso quella vasta area agricola.

In particolare, ieri sera gli equipaggi della Polizia di Stato e dei Carabinieri, durante un servizio di prevenzione hanno notato che vi era una macchina sospetta, intestata ad un pregiudicato catanese. Quindi si sono introdotti nel limitrofo podere dove hanno trovato i due malviventi all’atto di prelevare i limoni; i due, alla vista degli operatori di polizia, si davano alla fuga. Dopo un lungo inseguimento venivano bloccati e tratti in arresto.

Si accertava che un quantitativo di limoni era già stato caricato sull’autovettura, di proprietà di uno dei due. Il proprietario del podere è stato invitato in Commissariato, dove ha sporto denuncia. Gli arrestati sono stati condotti nelle loro abitazioni, in regime di arresti domiciliari.

Potrebbero interessarti anche