Sparatoria Riposto, inquietanti retroscena -
Catania
18°

Sparatoria Riposto, inquietanti retroscena

Sparatoria Riposto, inquietanti retroscena

Erano destinati al pregiudicato ripostese Luigi Falzone, 25 anni, i quattro colpi esplosi in via Etna e che per fortuna si sono conficcato sul muro prospiciente l’abitazione della vittima designata.

Indagini sono in corso per comprendere quale sia l’esatta dinamica della duplice spedizione punitiva. E sui gravi fatti di domenica si apprendono nuovi e inquietanti retroscena.

Domenica nel tardo pomeriggio alcuni dei componenti del commando entrato in azione in via Etna, avrebbero preso parte ad una sorta di summit. Testimoni riferiscono di avere notato almeno una trentina di persone. Tale circostanza viene valutata con attenzione e scrupolo dagli investigatori che, sull’episodio in questione, mantengono il più stretto riserbo. Si apprende inoltre che Falzone,  vittima designata nella sparatoria di Riposto, nell’immediatezza dei fatti è stato interrogato a lungo dai carabinieri e sottoposto ad analisi  “stub” per la rilevazione dei residui da sparo. Il giovane avrebbe dichiarato ai carabinieri che, la sera dell’agguato, nell’attimo in cui sono stati esplosi i colpi, si trovata nell’androne del condominio e non fuori sulla strada e di non essersi accorto di nulla.

Dalle indagini emerge, inoltre, che il commando era formato da almeno sei persone, tre delle quali sono riuscite a fuggire, attraverso i locali sotterranei di un complesso edilizio di via Alfieri all’interno dei quali è atta abbandonta una delle due vetture usate nella spedizione punitiva, una Matiz City che è stata sequestrata dai carabinieri e sottoposta alle verifiche dei Ris d Messina. Questa mattina, intanto, nel carcere di piazza Lanza a Catania, è in programma l’interrogatorio di convalida dei tre presunti componenti del commando fermato a Giarre in zona Carmine. Si tratta di Leonardo Parisi, 44 anni, di Giarre, Remo Arcarisi, 25 anni di Riposto e un incensurato giarrese di 31 anni che saranno sentiti dal Gip Loredana V.K.Pezzino, alla presenza dei rispettivi legali.

Potrebbero interessarti anche